“Week’s Practice” è l’appuntamento settimanale di FarmaciaVirtuale.it a cura di Gabriella Daporto, farmacista cosmetologa e trainer. Percorso formativo “in piccole dosi” attraverso cui il farmacista può apprendere contenuti pronti all’uso, da applicare e mettere a frutto nel mezzo della quotidianità.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Pillola 6: Come far convivere self shopping e accoglienza in farmacia?

Il libero servizio assisto è un sistema di organizzazione del punto vendita secondo cui il cliente, da solo, sceglie e prende il prodotto, ma può richiedere l’assistenza di personale qualificato. Questa modalità rappresenta una soluzione intermedia in cui il cliente è autonomo, ma può sempre contare sulla consulenza e l’intervento di un professionista. Non bisogna dimenticare che la farmacia è un punto vendita specializzato per i problemi di salute, benessere e bellezza ed è presidiata da esperti, laureati in farmacia.

Se si allestisce una parte della farmacia a self service, si offre un servizio al cliente che sceglie velocemente in autonomia alcuni prodotti da lui già ben conosciuti e si fa risparmiare tempo al farmacista per quanto riguarda prodotti banali, permettendogli di dedicarsi maggiormente alle categorie che richiedono il consiglio personalizzato. Nella fase di accoglienza del cliente/paziente si deve aggiungere quindi alla disponibilità e alla cura dell’immagine professionale il cosiddetto self shopping per soddisfare anche le esigenze di coloro che quando entrano in farmacia sapendo già che cosa vogliono.

Nelle grandi farmacie e parafarmacie si parla di libero servizio assisto. Il cliente quando entra respira l’atmosfera, si orienta tra le varie categorie merceologiche e, se il category management e il visual merchandising sono ben fatti, spesso è in grado di trovare da solo ciò che sta cercando. Ma se ciò non accade, è compito del farmacista aiutarlo nella scelta, onde evitare che abbandoni l’acquisto. È importante supportare con il consiglio professionale molti prodotti, soprattutto il farmaco da banco, gli integratori e la dermocosmesi di alta gamma, che necessitano assolutamente dell’intervento del farmacista e non possono essere lasciati all’autocura.

Gabriella Daporto per FarmaciaVirtuale.it

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.