“Race for the cure” è il nome dato all’evento internazionale svolto su scala mondiale, organizzato annualmente dall’associazione Susan Komen, con la principale finalità di sostenere le donne che hanno lottato in passato, o stanno lottando, contro il tumore al seno. Quattro giorni di eventi, dal 16 al 19 maggio, al Circo Massimo di Roma, in cui si parlerà di prevenzione, corretto stile di vita, ricerca e sostegno psicologico alle donne in rosa, che termineranno domenica 19 maggio 2019 con la maratona o la camminata di solidarietà. Per l’edizione dell’anno in corso, l’Associazione giovani farmacisti (Agifar) Frosinone è scesa in campo in sostegno alle operazioni necessarie per il corretto svolgimento della giornata, compreso il reperimento di farmacie sul territorio che prendessero a cuore l’iniziativa e la supportassero mediante l’informazione al pubblico e la vendita dei biglietti per la partecipazione. L’edizione dell’anno in corso, inoltre, si è arricchita del contributo incondizionato dell’azienda Guacci Spa, specializzata nella distribuzione intermedia del farmaco, e della sua controllata Spemital Spa, grazie alle quali i partecipanti afferenti dall’area di Frosinone potranno utilizzare senza alcun onere i trasporti predisposti per gli spostamenti verso Roma, il 19 maggio 2019, giornata della manifestazione di chiusura dell’evento.

Non è la prima volta, ne sarà l’ultima, che un’associazione territoriale dell’Agifar, costituita da giovani farmacisti, scende in campo per azioni di volontariato su temi socialmente utili e di interesse fondamentale per lo sviluppo dell’uomo. Si ricorda a tal proposito la giornata organizzata lo scorso 25 marzo dall’Agifar Milano, relativa al tema dell’antibiotico-resistenza, con il fine di sensibilizzare gli operatori ma anche il pubblico su un tema di cruciale importanza. Oppure dell’Agifar Brindisi, che nel gennaio del 2019 era scesa in corsia a supporto dei piccoli pazienti ospitati presso il reparto di pediatria dell’Ospedale di Brindisi. Azioni queste che mettono al centro  il ruolo del farmacista non solo come professionista sanitario impegnato all’interno di locali chiusi in cui afferiscono persone, ma proiettati verso l’esterno al fine di assistere e risolvere i problemi del territorio.

© Riproduzione riservata