aggiornamento farmacistiNell’era 2.0, in cui la maggior parte delle comunicazioni passa attraverso Internet e hanno conosciuto una diffusione ormai di massa le tecnologie mobili che consentono di connettersi alla Rete ovunque ci si trovi – copertura permettendo –, come avviene l’aggiornamento quotidiano da parte dei farmacisti? Gli strumenti più tradizionali offline hanno ancora ragione di esistere oppure sono destinati all’estinzione? Per cercare di cogliere le tendenze e preferenze tra i colleghi FarmaciaVirtuale ha lanciato un sondaggio tra i lettori, dal quale emergono alcuni interessanti spunti di riflessione e suggestioni. Innanzitutto abbiamo chiesto ai farmacisti se consultino o meno le riviste cartacee che arrivano in farmacia. La risposta a questa prima domanda indica che l’attenzione per questo canale di informazione continua a esserci, al di là delle nuove abitudini che si stanno man mano diffondendo. Quasi la metà, infatti, il 47,13% di coloro che hanno partecipato, ha risposto “sì, sempre”, e pressoché altrettanti, il 44,59%, ha affermato di consultare le riviste cartacee “qualche volta”. Solo l’8,28% ha risposto “no, mai”. Abbiamo allora chiesto sia a chi legge la forma cartacea che a chi no di spiegare la motivazione. Tra i primi prevale, nel 53,47% dei casi, la portabilità, vale a dire “la porto con me e la leggo quando posso”. Affine la seconda motivazione scelta con più frequenza: “è più comoda da leggere”. Insomma, la versione di carta è maneggevole e facilmente consultabile, ma c’è anche un fattore legato all’abitudine: un altro 18,75% la preferisce infatti dicendo “amo un formato tradizionale”. Da notare anche un 20,14% che ritiene che abbia “contenuti di migliore taglio tecnico e professionale”. Infine, nel residuale 11,11% c’è chi fornisce diversi tipi di ragioni, che vanno dalla curiosità al fatto che non fanno male agli occhi, la possibilità di presentarle al pubblico o il semplice fatto che “ci sono”, e quindi se ne approfitta. Ma c’è anche chi ammette di non avere molto tempo e che spesso non si va “oltre una semplice occhiata, sono troppe e si accumulano sulla scrivania”. Per quel che riguarda invece coloro che non consultano la rivista cartacea, la motivazione più frequentemente addotta, nel 43,33%, è la “comodità nell’utilizzo di uno strumento elettronico alternativo” quali possono essere il tablet, il kindle, il pc, lo smartphone. Inizia dunque a diffondersi progressivamente l’uso di questi di canali non solo come mezzi di informazione generalista e svago, ma anche di aggiornamento professionale. Il 38,33% spiega invece di non consultare le riviste per il “poco tempo a disposizione”, un fattore già segnalato anche da parte di chi in qualche modo, seppur brevemente, continua a fruirne, mentre il 23,33% afferma che notizie e aggiornamenti diventano obsoleti in breve tempo; una criticità a cui le comunicazioni online, più veloci e immediate, effettivamente possono porre rimedio più agevolmente. Infine, un 10% trova le riviste cartacee di “poco o scarso interesse” e un 7% circa riferisce motivazioni varie, tra cui il fatto che le riviste di settore spesso comportano abbonamenti.
L’ultimo quesito che abbiamo posto a i colleghi è stato quali mezzi preferiscano per l’aggiornamento quotidiano, e qui, se le riviste cartacee spedite in farmacia resistono con un 34,67% di preferenze, a farla da padrone sono le newsletter ricevute via mail, predilette da ben il 77,33%. Un altro 28% punta sui siti Internet specializzati, mentre il 14% indica anche le circolari dei grossisti e distributori e un 3% canali vari quali i libri specialistici, i blog, i corsi ECM, le mail con brevi messaggi per argomento o singoli articoli e le versioni per tablet. Progressivamente le abitudini dei farmacisti stanno dunque cambiando, e se è vero che le forme tradizionali di informazione e aggiornamento continuano ad avere vantaggi e sostenitori, sempre più si diffondono, tra le nuove generazioni ma non solo, gli strumenti tecnologici e l’uso della Rete.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.