pierrelPierrel e Farmalider siglano un contratto quinquennale di collaborazione. Infatti il Gruppo italiano produrrà per la società spagnola circa dieci milioni di tubofiale di anestetico dentale.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Nel 2014 e negli anni a venire lo stabilimento industriale del Gruppo Pierrel a Capua, in Provincia di Caserta, sarà sempre più strategico ai fini produttivi e per rispettare i target che sono stati indicati nel piano industriale fino all’anno 2016.

Questo considerando in particolare anche importanti accordi come quello che è stato stipulato con la Dermogen Farma, una società che è controllata dall’azienda iberica Farmalider Inc., per la produzione di circa dieci milioni di tubofiale di anestetico dentale.

Nella scelta del Gruppo Pierrel, da parte di Farmalider Inc., è stata determinante la capacità dello stabilimento produttivo di Capua di garantire per i farmaci ad uso iniettabile degli standard d’eccellenza. La linea produttiva dello stabilimento di Capua del Gruppo Pierrel può infatti vantare delle autorizzazioni che sono state rilasciate dalla Food and Drug Administration (FDA) e dall’European Medicines Agency (EMA).

L’attività nello stabilimento di Capua prevede la produzione del prodotto di punta di Pierrel, l’Orabloc venduto in prevalenza in Nordamerica, e la fornitura di specialità iniettabili, in flaconi oppure in fiale per uso ospedaliero, a società di punta tra cui la AstraZeneca.

Intanto nello scorso mese di dicembre del 2013 il Gruppo Pierrel è stato tra i protagonisti del “Gnydm”, il Greater New York Dental Meeting che è giunto all’89esima edizione. La società ha infatti non solo ha fornito durante l’evento ogni informazione su Orabloc, ma ha anche annunciato un nuovo prodotto che è destinato a diventare di punta per il Gruppo Pierrel.

Trattasi, nello specifico, del Glasses for Oral Cancer – Curing Light Exposed – Screening (Goccles), un dispositivo ottico rivoluzionario in quanto permette di poter fare delle valutazioni sulle condizioni del cavo orale ed in particolare sull’eventuale presenza di lesioni precancerose.

In accordo con quanto dichiarato dall’amministratore unico di Pierrel Pharma S.r.l., il dottor Fabio Velotti, per “Goccles” la società attende il via libera all’uso della marcatura CE in modo tale da permettere l’immissione del dispositivo sul mercato europeo. Così come le procedure di registrazione per il dispositivo ottico saranno estese nel corso del 2014 anche negli Stati Uniti ai fini dell’ottenimento delle autorizzazioni da parte della Food and Drug Administration (FDA).

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.