L’entrata in vigore del Decreto legge “Semplificazione e innovazione digitale”, ha stabilito che le pubbliche amministrazioni (PA), gli enti pubblici e i Prestatori di servizi di pagamento (Psp) integrino nei propri sistemi la piattaforma pagoPA, in modo da uniformare le modalità di pagamento e di riscossione a livello nazionale. Per semplificare questa operazione in ambito sanitario, CompuGroup Medical (Cgm), produttore di Wingesfar e fornitore di soluzioni di eHealth, e Satispay, piattaforma di mobile payment e prestatore di servizi di pagamento accreditati presso l’Agenzia per l’Italia digitale (Agid) per la gestione del pagoPA, hanno siglato una collaborazione per consentire il pagamento dei ticket sanitari in farmacia e parafarmacia. In tal modo, attraverso la soluzione Connect Cgm, sviluppata da Satispay, a partire dal 17 maggio 2021 i cittadini potranno pagare i ticket sanitari per prestazioni specialistiche e ambulatoriali direttamente in farmacia, con qualsiasi metodo di pagamento, indipendentemente dal software gestionale utilizzato. «Con la nuova soluzione Connect Cgm – spiega CompuGroup Medical – la farmacia può accettare il pagamento di ticket sanitari con qualsiasi modalità di pagamento: contanti, carte di credito/debito o App digitali, come Satispay. Attivare il servizio per la farmacia è semplicissimo e non richiede l’obbligo di dispositivi Pos, o di aprire conti correnti dedicati o fondi prepagati».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Cgm: «Uno strumento che aiuta la farmacia nel suo ruolo di riferimento territoriale»

«Attraverso la collaborazione di Cgm e Satispay – ha evidenziato Marco Agosto, senior business development manager di Cgm – è stata realizzata una soluzione altamente tecnologica che consentirà a ogni singola farmacia di continuare a essere, anche in questo ambito, il punto di riferimento naturale del territorio per i cittadini che avranno necessità di pagare le prestazioni sanitarie di visite mediche e analisi specialistiche con la nuova modalità PagoPA, senza fare più code presso gli sportelli ambulatoriali o ai Cup. Tutto questo mantenendo i propri Pos e accettando tutte le modalità di pagamento».

Satispay: «Un sistema vantaggioso per farmacie e cittadini»

«Riteniamo che Connect Cgm – ha dichiarato Dario Brignone, Cto e co-fouder di Satispay – possa offrire opportunità reali sia alle farmacie che aderiranno, sia al cliente finale che potrà contare su un risparmio di tempo, evitando le attese per il pagamento presso le strutture sanitarie. Punto di riferimento nell’ultimo anno di pandemia, le farmacie confermano sempre più la propria spiccata propensione all’innovazione. Poter integrare Connect Cgm anche nelle farmacie ci permette di contribuire a dare ulteriore slancio alla digitalizzazione del Paese amplificando le modalità di pagamento verso le pubbliche amministrazioni e questo è per noi motivo di orgoglio, oltre a rappresentare una nuova leva di crescita per la nostra società».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.