«La Fnpi esprime, unitamente ai colleghi farmacisti non titolari appartamenti alle sigle Sinafsa e Consfa, le proprie perplessità circa la relazione svolta dal presidente Fofi On. Andrea Mandelli , in occasione del consiglio nazionale della fofi tenutosi il 10 maggio». È quanto spiega una nota diramata dalla Federazione nazionale parafarmacie italiane (Fnpi), firmata dal suo vicepresidente Angelo Occhipinti. «Le perplessità per l’atteggiamento dell’Ordine – prosegue il comunicato -, stanno coinvolgendo sempre più ambiti istituzionali e professionali, che iniziano a riconoscere le reciproche fragilità e a vedere in esse un denominatore comune, ovvero la scarsa tutela di un ordine di cui si fatica sempre più a comprendere scelte e priorità».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Alla luce di ciò, «ribadiamo la necessità della riforma dell’ente previdenziale e critichiamo fortemente l’atteggiamento di Fofi sulle parafarmacie, sempre più spesso dimenticate da quello che dovrebbe essere il presidente di tutti i farmacisti». In proposito, «la Fnpi sottolinea, inoltre, la stretta collaborazione con i colleghi non titolari, collaborazione nata per il bene di tutti i farmacisti e della loro professionalità». Per questo motivo, conclude la nota, «come sempre ribadito saremo pronti in qualsiasi momento, al fianco dei farmacisti collaboratori, a dare il nostro contributo per riformare il nostro sistema previdenziale».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.