fatturazione-elettronica-farmacia«Il servizio di fatturazione elettronica realizzato dalla nostra associazione, per il tramite della propria società Promofarma, già dal 2017 consente di emettere e ricevere fatture elettroniche da/verso i privati (B2B e B2C), la cui emissione diventerà obbligatoria del 1 gennaio 2019. E nonostante l’enorme aumento del numero di fatture da gestire, anche per il prossimo anno 2019 verrà offerto alle farmacie a costi particolarmente concorrenziali rispetto alle altre offerte presenti sul mercato». A spiegarlo è Federfarma, che annuncia la pubblicazione a stretto giro di «un’apposita comunicazione che indicherà nel dettaglio i costi del servizio e le ulteriori funzionalità implementate per facilitare la gestione delle fatture B2B e B2C». Di qui l’invito alle associazioni regionali e provinciali, nonché ai consulenti fiscali, «a sensibilizzare le farmacie aderenti ad attendere tale comunicazione prima di aderire ad altre proposte commerciali in materia».

La sigla ricorda poi che l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una serie di contributi informativi per agevolare i contribuenti ad acquisire dimestichezza con la nuova procedura e a conoscere tutti i servizi messi gratuitamente a disposizione dall’amministrazione finanziaria, sui quali FarmaciaVirtuale.it ha informato i propri lettori. «In particolare – precisa l’associazione di categoria – nella sezione “Fatture elettroniche e corrispettivi” sono disponibili una guida pratica, un collegamento a due video tutorial presenti sul canale Youtube dell’Agenzia delle Entrate e una pagina con i servizi gratuiti per predisporre, inviare, conservare e consultare le fatture elettroniche. Infine, è disponibile un link per trovare velocemente la normativa, la prassi e il provvedimento con tutte le specifiche tecniche per l’emissione e la ricezione dei documenti fiscali».

La guida è composta da quattro capitoli. Il primo spiega le caratteristiche del nuovo obbligo, il secondo è dedicato alle modalità di predisposizione e invio della fattura elettronica, il terzo descrive dettagliatamente i servizi messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate, le modalità di accesso al portale “Fatture e Corrispettivi”, i servizi di conservazione elettronica e consultazione delle fatture e delle ricevute, il software “stand alone” e la App. Mentre il quarto capitolo si concentra sulla normativa e prassi di riferimento.

© Riproduzione riservata