Come ogni anno, a partire dal 2017, l’associazione Farmaciste Insieme, fondata grazie all’idea della farmaciste Angela Margiotta, Carmela Russo Manno e Valeria Galdiero, allo scopo di valorizzare la figura della donna nel mondo della farmacia, scende in campo con un’iniziativa benefica. In particolare, l’evento “Primavera in Alleria” si svolgerà venerdì 17 maggio 2019, alle 20.30, presso Villa Doria D’Angri in Napoli, Via Francesco Petrarca, 80. Alcune ore prima dell’evento, inoltre, è previsto un convegno dal titolo “La donna nella impresa farmacia tra gestione e impegno sociale”. Nell’occasione saranno raccolti fondi destinati all’Istituto don Orione, operante nel campo della salute e del volontariato, per la realizzazione di una sala multisensoriale.

«Sarà una serata all’insegna del divertimento con cena – spiega a FarmaciaVirtuale.it Angela Margiotta, presidente dell’associazione Farmaciste Insieme -, musica dal vivo, una cornice incantevole e tante persone che ci hanno affiancato in questo importante progetto». La farmacista ringrazia i «numerosi gli sponsor che per il terzo anno hanno creduto in una nostra iniziativa e tanti gli amici che presiederanno». Da qui, l’invito ai farmacisti alla partecipazione: «Con l’augurio che possa essere una serata “speciale”, vi rinnoviamo l’invito e vi aspettiamo con la gioia nel cuore…perché fare del bene fa bene!».

L’organizzazione dell’evento “Alleria” non è la prima iniziativa in tal senso. Fondata nel marzo del 2012, l’associazione Farmaciste Insieme si è distinta nel corso degli anni per aver portato sul territorio una serie di iniziative benefiche, presidiando quando possibile delle aree di utilità sociale. Una, tra le tante, il Progetto Mimosa, lanciato dapprima sull’area partenopea, ed in seguito in diverse parti d’Italia, reso possibile grazie ad una partnership con la rete Victimology support international observatory and network vision, al fine di sostenere le donne vittime di violenze e che hanno bisogno di ascolto, supporto o semplicemente di informazioni, sfruttando la prossimità della rete delle farmacie territoriali.

© Riproduzione riservata