farmaciste insiemeIl Progetto Mimosa, nato da un’idea dell’associazione “Farmaciste Insieme” e sviluppato assieme alla rete Vision (Victimology Support international Observatory and Network) presieduta da Ferdinando Tramontano, torna a Napoli e provincia. In oltre cento farmacie saranno distribuite infatti oltre 6 mila brochure, che saranno dunque a disposizione di tutte le donne che hanno subito violenze e che hanno bisogno di ascolto, supporto o semplicemente di informazioni.
«L’iniziativa – spiega a FarmaciaVirtuale.it la presidentessa dell’associazione, Angela Margiotta – è nata due anni fa proprio a Napoli e provincia, quando coinvolgemmo circa cento farmacie con l’obiettivo di distribuire dei volantini con una serie di informazioni utili per le donne vittime di violenza. All’epoca notammo che nel giro di tre settimane tutte le brochure finivano, e per questo ci siamo rese conto della bontà del progetto nonché della necessità di un servizio di questo tipo. Avevamo strategicamente messo i volantini un po’ in disparte, consentendo alle persone di salvaguardare in questo modo il proprio anonimato: spesso, infatti, si tratta di donne che hanno difficoltà non solo a denunciare le violenze subite ma anche solamente a parlarne».
Da allora il progetto è stato “esportato” in altri luoghi del Paese: «Taranto, Pisa, quindi sarà in Sicilia – prosegue Margiotta -. Ora siamo tornate a Napoli, da dove tutto era cominciato. E dopo due anni di lavoro voglio ringraziare soprattutto Tramontano, la Fofi, il presidente dell’Ordine dei farmacisti di Napoli Vincenzo Santagada e il presidente di Federfarma Napoli Michele Di Iorio per il supporto che ci hanno dato. Nonché tutta la squadra di farmaciste che anima l’associazione: senza di loro non sarebbe stato possibile dar vita a questa iniziativa, grazie alla quale abbiamo potuto garantire alle donne supporto e informazioni. Non dimentichiamo infatti che le farmacie rappresentano un punto di riferimento fondamentale per la popolazione».

© Riproduzione riservata