Le farmacie pubbliche e private presenti sul territorio del Molise, in vista della campagna di vaccinazione antinfluenzale 2019/2020, parteciperanno attivamente alla gestione logistica e distributiva dei vaccini destinati ai pazienti presso gli studi dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta. È il frutto di un accordo firmato l’8 novembre 2019 tra Federfarma Molise e l’Azienda sanitaria Regione Molise (Asrem). Nel dettaglio, le farmacie associate si prenderanno «l’onere della distribuzione delle dosi vaccinali presso gli studi medici che ne hanno fatto richiesta attraverso l’apposita scheda, la distribuzione del vaccino antinfluenzale, senza oneri a carico dell’assistito, al fine di attuare una capillare politica vaccinale a favore delle categorie per le quali la vaccinazione stagionale è raccomandata».

D’altro canto, le farmacie garantiranno la filiera del freddo, l’eventuale recupero o ricollocamento di vaccini non utilizzati, la rendicondazione e lo smaltimento delle dosi non somministrate. Per queste operazioni le farmacie si vedranno riconosciute una cifra forfettaria di 100 euro + IVA, a cui si aggiungerà una quota di 0,30 euro per ogni dose di vaccino consegnata senza contestazioni. L’accordo ha validità esclusiva nella stagione in corso, dall’11 novembre 2019 al 29 febbraio 2020. Lo scorso giugno la stessa organizzazione sindacale molisana aveva reso noto dell’avvio di una sperimentazione volta ad erogare prestazioni di prima istanza e di telemedicina. Nel dettaglio, la Regione Molise avrebbe consentito alle farmacie di 12 Comuni del Fortore e 14 del Matese, di essere dotate della strumentazione necessaria per effettuare prestazioni analitiche di prima e seconda istanza.

© Riproduzione riservata