La locandina e la scheda informativa da esporre verso il pubblico in occasione del DiaDay 2019 sono disponibili sul portale istituzionale Federfarma. Ne dà notizia lo stesso sindacato, il quale spiega che le farmacie che non hanno fatto in tempo ad iscriversi nei tempi previsti, tali da poter ricevere al proprio indirizzo il materiale promozionale, possono ugualmente raccogliere i dati dei pazienti diabetici, inserendo le informazioni sul portale online nell’area opportunamente predisposta. Come è noto, dall’11 al 16 novembre 2019 le farmacie private aderenti al DiaDay verificheranno la corretta adesione alla terapia dei soggetti interessati alla problematica. Ciò a differenza delle due passate edizioni, in cui vi era la finalità di effettuare uno screening di massa.

«Un anno di terapia per un paziente – ha dichiarato a FarmaciaVirtuale.it Vittorio Contarina, vice presidente di Federfarma e presidente di Federfarma Roma – costa alle casse pubbliche la metà, se non un terzo, di un solo giorno di degenza ospedaliera». Per questo motivo, «ci siamo chiesti, anche nell’ottica della Farmacia dei servizi, tra i cui compiti ci sarà quello di migliorare l’aderenza alle terapie da parte dei pazienti, come fare per aiutare lo Stato a risparmiare non attraverso nuove diagnosi, ma accompagnando i malati». Al momento l’evento ha visto l’adesione di oltre 3.000 farmacisti titolari di farmacia, le cui posizioni sono geolocalizzate sul territorio per consentire ai pazienti di trovare la farmacia aderente più vicina.

© Riproduzione riservata