È di cinquemila euro il contributo devoluto da Federfarma Napoli in favore dei pazienti oncologici presi in carico dall’Azienda ospedaliera Santobono-Pausillipon di Napoli. Ne dà notizia la stessa associazione di categoria, la quale rende noto che si tratta di un «contributo che hanno voluto dare i titolari di farmacia napoletani per aiutare i medici nell’affrontare al meglio la degenza dei “piccoli ospiti” della struttura pediatrica napoletana». Nel dettaglio, Federfarma Napoli rende noto che «il monitor multiparametrico completerà l’allestimento della postazione di terapia semi-intensiva del reparto per il trapianto di midollo osseo, diretto da Mimmo Ripaldi».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

In aggiunta, Federfarma Napoli puntualizza che «tale strumento, capace di monitorare al meglio i principali parametri vitali come la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la temperatura, l’ecg, la saturazione ossigeno, sarà utilizzato in particolar modo per i piccoli pazienti oncologici sottoposti a cura con farmaci sperimentali». Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli, esprime soddisfazione per l’iniziativa: «Acquisire bene destinati ai piccoli pazienti oncologici induce nei titolari di farmacia napoletani un enorme soddisfazione tanto per l’importanza della strumentazione donata quanto, soprattutto, per le motivazioni che ci ispirano nell’essere maggiormente presenti sui problemi della prevenzione e della cura dei piccoli pazienti».

È utile evidenziare che non è la prima volta che sul territorio nazionale i farmacisti scendono in campo per sostenere cause positive in favore delle popolazioni aventi bisogno. Lo scorso giugno, Federfarma Roma ha organizzato una cena di beneficenza con l’obiettivo di raccogliere le somme ottenute nelle passate edizioni. Risultato raggiunto, grazie alla partecipazione di oltre 1.000 tra farmacisti, operatori del settore ed esponenti della categoria, che hanno raccolto 60mila euro per finanziare l’acquisto di un oftalmoscopio per l’Ospedale Oftalmico, nonché un progetto a supporto dei piccoli pazienti affetti da tumore al cervello curati dall’Ospedale pediatrico Bambino Gesù in Roma.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.