Il 28 e 29 novembre 2019 farmacisti e medici di Verona e provincia hanno reso disponibili le loro conoscenze al Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto (Comfoter), per la prevenzione del diabete, come conseguenza naturale del DiaDay. Lo rende noto Federfarma Verona in comunicato, la quale spiega che «si sono svolti due incontri sanitari rivolti alle forze armate e organizzati in collaborazione tra Federfarma Verona, Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata e il Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto». Ciò nell’ambito della “Giornata di sensibilizzazione alla Lotta contro il Diabete”, alla quale hanno partecipato come relatori Marco Bacchini, presidente Federfarma Verona, Raffaello Manconi, colonnello medico e consulente sanitario presso il Comfoter di Supporto, Arianna Capri, del consiglio direttivo di Federfarma Verona ed Enzo Bonora, docente dell’Università di Verona dipartimento di medicina e direttore Uoc di Endocrinologia, Diabetologia e Malattie del Metabolismo Aoui Verona.

«La farmacia – spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona – contribuisce in modo capillare a sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione ed è deputata all’educazione sanitaria tramite il quotidiano dialogo con il cittadini». In tale ottica, «dispensa salute – prosegue il dirigente – intesa nella sua accezione di benessere fisico, psichico e relazionale. La presenza dei colleghi con me convenuti vuole significare quanto sia importante richiamare l’attenzione di tutti nei confronti di questo nostro servizio prioritario e quotidiano, nonché della prevenzione delle patologie croniche. Per Federfarma Verona collaborare con le forze armate – conclude Bacchini – è una testimonianza del tributo che le farmacie veronesi rivolgono a chi si occupa della sicurezza del nostro territorio e della nostra società».

© Riproduzione riservata