Agifar Salerno promuove interrogazione parlamentare del Senatore Alfonso Andria su concorso straordinario.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Dai giovani farmacisti salernitani parte l’iniziativa di sollecitare attraverso un’ interrogazione parlamentare il Governo a fornire chiarimenti in relazione ai dubbi interpretativi emersi dall’applicazione della nuova normativa sulle liberalizzazioni ed in particolare sulle metodiche di espletamento del concorso straordinario per titoli.

Non e’ la prima volta che un associazione provinciale, per di piu’ esponente della sola componente giovanile della categoria, si prende il compito e l’onere di porre all’attenzione generale una questione di livello nazionale.

Ad affermarlo è il Presidente dell’Agifar Salerno Aldo Frasso il quale ricorda che “già nel recente passato è stato necessario un intervento a difesa delle norme che avrebbero avvantaggiato i giovani farmacisti nel concorso straordinario e che purtroppo ha avuto esito negativo perchè, dopo l’illusione durata tre mesi, la norma a favore degli under 40 è stata cassata forse anche a causa di una battaglia troppo timida svolta su questo tema dalla componente giovanile della categoria a livello nazionale. Oggi, continua Frasso, ingoiato il boccone amaro, vogliamo almeno vigilare sul fatto che le procedure vadano avanti speditamente e che si eliminino tutte le possibili controversie e interpretazioni foriere di enorme contenzioso potenziale.

E’ in quest’ ottica che, preoccupati dalle differenti interpretazioni che autorevoli esperti propugnano su alcuni specifici punti, abbiamo ritenuto di muoverci e di stimolare e sollecitare delle risposte ufficiali e dei chiarimenti da parte del Governo ed in particolare del Ministero della Salute.

Pertanto ringraziamo il Senatore Alfonso Andria per la sensibilità e la disponibilità dimostrate nel recepire le nostre preoccupazioni, presentando al Ministro della Salute un’ “interrogazione parlamentare urgente con richiesta di risposta in Commissione” (testo in anteprima in allegato), formula che dovrebbe garantire brevi tempi di risposta da parte delle istituzioni sollecitate.

I punti caldi restano i soliti, già tanto discussi tra consulenti ed esperti sia in convegni che sui social network in rete: la questione del requisito dell’idoneità, la metodica di calcolo dei punteggi per le associazioni (in particolare per la parte relativa alla carriera lavorativa), la maggiorazione per i titolari e collaboratori di parafarmacia ed i rischi connessi alla possibile non simultanietà dei vari bandi regionali.

Nella speranza che ci sia ancora il tempo, la voglia e la possibilità di trovare lo strumento adatto per fornire chiarimenti univoci in tempi utili e di consentire un rapido ed incontestabile svolgimento delle procedure concorsuali, ribadiamo il nostro impegno a vigliare in questa cruciale fase di passaggio per tutta la categoria lavorando a tutti i livelli affinchè fino all’ultimo momento utile non venga lasciato nulla di intentato.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.