CompuGroup Medical SE (CGM), azienda globale fornitrice di soluzioni in ambito sanitario, presente nelle farmacie italiane con il software gestionale Wingesfar, ha annunciato il 4 febbraio 2019 i risultati operativi del quarto trimestre 2018 e quelli preliminari relativi all’intero anno appena concluso.

Il gruppo con sede a Coblenza ha fatto sapere in particolare di aver raggiunto, nel quarto trimestre fiscale del 2018, un volume d’affari di 194 milioni di euro e una crescita organica pari al 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando il dato si era fermato a 164 milioni di euro. Nel terzo trimestre, come indicato ai propri lettori dal nostro giornale, il livello si era attestato a 166 milioni di euro, in aumento in quel caso del 20% rispetto ad un anno prima. Con un margine operativo del 26%, l’azienda ha conseguito nell’ultimo trimestre del 2018 un utile consolidato prima degli interessi, delle imposte, degli ammortamenti  (Ebitda) di 51 milioni di euro, rispetto ai 37 milioni di euro raggiunti nello stesso periodo dell’anno precedente.

Anche i dati preliminari relativi al tutto il 2018 lasciano ben sperare. In particolare, il gruppo ha fatto sapere di aver fatturato 717 milioni di euro, con un utile consolidato prima degli interessi, imposte ed ammortamenti (Ebitda) di 182 milioni di euro. Tale cifra corrisponde ad una crescita del 23 percento e ad un margine operativo del 25%, in linea con le previsioni per il 2018. Per il 2019, Cgm ha fatto sapere che il fatturato stimato oscillerà tra i 720 e i 750 milioni di euro, con un Ebitda tra 190 e 205 milioni di euro.

Con questo risultato, il gruppo Cgm può contare su un anno fiscale di successo, considerato anche il lancio in Germania di una propria infrastruttura telematica. Ciò grazie all’erogazione in maniera affidabile di numerose soluzioni IT a studi medici, studi dentistici e ospedali. Nonostante siano entrati altri competitor il gruppo resta leader nei prodotti e servizi per le connettività delle infrastrutture telematiche in ambito sanitario. Alla data del 31 dicembre 2018, erano stati ricevuti circa 46.000 ordini per il pacchetto di connettività Cgm, di cui 42.000 erano già stati consegnati entro la fine dell’anno. Più di un quarto degli ordini proviene da clienti che non utilizzano alcun software primario da Cgm.

«Questo è stato un anno importante per la nostra azienda», spiega Frank Gotthardt, CEO e presidente del Consiglio di amministrazione di CompuGroup Medical SE, il quale ha inoltre sottolineato che «non solo siamo stati in grado di raggiungere chiaramente i nostri obiettivi nelle aree di business stabilite in tutto il mondo, ma siamo anche riusciti a dimostrare una chiara leadership di mercato nella costruzione di un’infrastruttura telematica nazionale e che i nostri investimenti strategici pluriennali portano a una crescita organica significativa».

© Riproduzione riservata