Gruppo CGMLa CompuGroup Medical SE (CGM) ha annunciato l’8 novembre 2018 i risultati operativi relativi al terzo trimestre del 2018. Il gruppo con sede a Coblenza ha fatto sapere in particolare di aver raggiunto un volume d’affari di 166 milioni di euro e una crescita organica pari al 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando il dato si era fermato a 138 milioni di euro. Nel primo trimestre, come indicato ai propri lettori dal nostro giornale, il livello era risultato identico: 166 milioni di euro, in aumento in quel caso del 17% rispetto ad un anno prima.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Al contempo, l’Ebitda (i ricavi pre-interessi, ammortamenti, tasse e deprezzamenti) è arrivato a toccare i 37 milioni di euro: anche in questo caso si tratta di un dato in crescita rispetto ai 28 milioni raggiunti nel terzo trimestre del 2017. Mentre il margine operativo è cresciuto dal 20 al 22%. Tutto ciò, secondo l’azienda, è stato possibile grazie alla principale area di attività dell’azienda, ovvero quella delle infrastrutture telematiche, e grazie agli ingenti investimenti che sono stati effettuati nel comparto della ricerca e sviluppo. Il sistema connection package proposto da CGM ha infatti ricevuto 38.000 ordini, e le installazioni alla fine del terzo trimestre 2018 sono state più di 34.000.

«Ciò che la nostra azienda vuole è far sì che nessuno si possa trovare in difficoltà a causa del fatto che non sono presenti sufficienti informazioni mediche in loco. La nostra azione nei primi tre trimestri dell’anno è stata improntata proprio a tale obiettivo. Ma sforzi ulteriori dovranno essere profusi a tutti i livelli nel settore sanitario», ha spiegato Frank Gotthardt, amministratore delegato di CompuGroup Medical SE.

«Ciò non riguarda – ha aggiunto il dirigente – soltanto i singoli sistemi di informazione che supportano i professionisti di studi medici e dentistici, di farmacie, ospedali o laboratori: la sfida è mettere in rete tali sistemi, al fine di consentire a ciascun operatore di accompagnare in modo ottimale i pazienti. Il lavoro effettuato con i partner da parte dei nostri addetti ci conferma giorno per giorno che mettere in contatto ogni professionista della Germania è possibile, grazie ai nostri sistemi».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.