CompuGroup Medical (Cgm), gruppo leader in ambito salute digitale con sede a Koblenza, Germania, ha annunciato per il 2021 il suo budget plan, che vedrà una «crescita complessiva accelerata». Il resoconto finanziario offre una retrospettiva su come la pandemia causata dal Covid-19 stia influendo nello sviluppo dei sistemi informatici e della tecnologia pertinenti alla sanità mondiale. Secondo le stime di CompuGroup Medical, l’anno finanziario a venire godrà di una crescita complessiva del 5%, a cui si aggiunge un aumento del 20% in termini di ricavi. I ricavi si attesteranno, in previsione, a circa 1 miliardo di euro totale. Risultati promettenti, formulati anche in virtù di un anno corrente brillante, che dovrebbe chiudersi con un incremento di ricavi fra gli 820 e gli 860 milioni di euro.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Le acquisizioni di Cgm nel 2020

A favore dei dati promettenti hanno contribuito l’acquisizione di US eMDs Inc, annunciata da Cgm il 23 novembre scorso, a cui si è aggiunta l’operazione, conclusa a luglio 2020, con il controllo di parte dei sistemi informatici degli ospedali di Germania e Spagna, che Cgm ha acquisito da Cerner, società americana a sua volta operativa nel campo health technology. In termini di margine operativo lordo (Ebitda), i valori attesi per il 2021 da Cgm si attestano a un «livello simile al 2020», ovvero compresi in un range che oscilla dal 20 al 23%. Ciò è dovuto al piano d’investimenti in nuove tecnologie e nella distribuzione, «al fine – evidenzia Cgm – di realizzare numerose opportunità di crescita che si stanno annunciando per CompuGroup dalla rapida progressione della digitalizzazione dei sistemi sanitari».

Il rapido progresso della digitalizzazione

Gli amministratori delegati e il consiglio di amministrazione di Cgm vedono in questo tipo di scenario l’opportunità utile a consentire un’intensa crescita complessiva e un interessante margine Ebitda anche nel lungo termine. Secondo Frank Gotthardt, fondatore e Ceo di CompuGroup Medical, «la rapida progressione della digitalizzazione nel settore sanitario è una benedizione per l’umanità. Questo ci offre grandi opportunità di business e allo stesso tempo ci obbliga a coglierle a vantaggio dei nostri clienti, dei nostri dipendenti e i nostri azionisti. Sono entusiasta – continua Gotthardt – delle grandi opportunità di crescita per Cgm. E sono lieto dell’entusiasmo, della competenza e della spinta del nostro team nell’affrontare le enormi sfide che ci attendono. Non potevo attendermi un contesto migliore per affidare la leadership di questo team di successo al Dr. Dirk Wössner e ai suoi colleghi del consiglio di amministrazione alla fine dell’anno».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.