Dopo la pubblicazione dei chiarimenti relativi alle modalità di sostituzione del farmaco prescritto ed erogato mediante ricetta elettronica veterinaria e le delucidazioni sulle casistiche dell’uso della ricetta veterinaria elettronica in modalità cartacea, il ministero della Salute rende noti i numeri delle erogazioni avvenute durante le prime due settimane dalla messa a regime della ricetta elettronica veterinaria.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

A fornire i dati relativi agli andamenti è l’Istituto Zooprofilattico di Abruzzo e Molise, il quale ha inoltre predisposto una pagina dedicata per consultare i dati aggiornati ogni 24 ore. Secondo quanto evidenzia il ministero della Salute, «dall’entrata in vigore delle disposizioni in materia di tracciabilità dei medicinali veterinari, lo scorso 16 aprile, sono in aumento costante le ricette veterinarie compilate digitalmente, con un picco di 31 mila nella giornata di lunedì 29 aprile, 28.285 martedì 23 aprile e 27.663 venerdì 26 aprile». Nei periodi dopo Pasqua, inoltre, «il numero di ricette compilate in modo informatizzato – evidenzia il dicastero – si attesta costantemente sopra le 26 mila giornaliere, evidenziando come, dopo la pubblicazione del decreto ministero della Salute 8 febbraio 2019, l’utilizzo della prescrizione digitale sia aumentato di circa 8 volte».

Con riferimento ad alcuni disservizi, il ministero della Salute spiega che «alcune difficoltà sono state segnalate dalle farmacie per l’accesso al Sistema nazionale della farmacosorveglianza – Ricetta veterinaria elettronica (Sistema REV) dovute alla ritardata e massiva richiesta di registrazione al Sistema stesso e ai tempi necessari per le modifiche al loro sistema gestionale per accedere tramite portale Tessera Sanitaria, già attivo per i medicinali ad uso umano». Con la pubblicazione dei dati, infine, il ministero ha ricordato della disponibilità di un corso di Formazione a distanza (Fad) specifico per medici veterinari e farmacisti. Tale corso, predisposto dalla Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi) e dalla Federazione nazionale degli ordini veterninari italiani (Fnovi), in collaborazione con la Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del ministero della Salute, è disponibile fino al 31 dicembre 2019, mediante l’accesso alla piattaforma FadFofi.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.