Il decreto attuativo recante «Modalità applicative delle disposizioni in materia di tracciabilità dei medicinali veterinari e dei mangimi medicati», è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale dopo la firma del ministro della Salute Giulia Grillo. Tale novità, in vigore da martedì 16 aprile 2019, consente di tracciare i farmaci veterinari, mediante l’implementazione nella filiera della prescrizione elettronica veterinaria. Nel corso giornata di presentazione, svolta lunedì 15 aprile 2019 presso il ministero della Salute, Maurizio Pace, segretario della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), ha evidenziato che con l’introduzione della ricetta veterinaria elettronica «ci sarà un controllo molto più facile, di quelli che saranno gli eventuali lotti che vengono ritirati e revocati dal ministero e quindi ci sarà una pronta messa in rete di tutto un sistema, sempre a tutela della salute del cittadino», evidenziando inoltre «massima collaborazione, anche sulla formazione, in cui noi siamo immediatamente attivati».

A tal proposito, la Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), ha predisposto sulla piattaforma federale un nuovo corso di formazione – accreditato presso l’Agenas – sul tema della ricetta elettronica veterinaria, realizzato in collaborazione con il ministero della Salute e con la Federazione nazionale ordini veterinari italiani (Fnovi). I farmacisti, a partire dal 15 aprile 2019, possono accedere al portale http://www.fadfofi.com e completare il corso di formazione entro il 31 dicembre 2019, anche in vista della scadenza del triennio 2017-2019. Per assolvere a tale obbligo, corre utile ricordare che diversi altri corsi sono disponibili sulla piattaforma online. Nello specifico, i corsi «Le interazioni farmaco-cibo. Un rischio sottostimato», «Gestione nutraceutica del rischio cardio e cerebro- vascolare in farmacia: dalle dislipidemie ai sintomi del paziente affetto da scompenso cardiaco», e  «Farmacisti, vaccini e strategie vaccinali», sono fruibili entro il 29 luglio 2019. Mentre, i corsi «Paziente e cliente: una corretta informazione per trasformare il cross selling in opportunità di salute», «Il paziente con disturbo depressivo maggiore e il farmacista», «Interazioni tra farmaci e gestione dell’innovazione in farmacia», «Il farmacista come counselor», sono fruibili entro il 17 dicembre 2019. Infine, il corso «La normativa della ricetta veterinaria – ricetta elettronica veterinaria» è fruibile entro il 31 dicembre 2019. La partecipazione a tutti i corsi disponibili sulla piattaforma federale, consentirà di ottenere un totale di 58 crediti dei 150 necessari per assolvere agli obblighi formativi del triennio in corso.

© Riproduzione riservata