«Presentazione della ricetta veterinaria elettronica nel Sistema informativo nazionale per la farmacosorveglianza» e «dei dati sulle ricette emesse per Regione, sulle farmacie e i veterinari che si sono registrati alla Banca dati centrale della tracciabilità del farmaco (Bdc)». Sono questi gli argomenti al centro della conferenza stampa annunciata dal ministero della Salute per lunedì 15 aprile alle ore 11 presso l’Auditorium Piccinno di Lungotevere Ripa. L’evento vedrà la presenza di Giulia Grillo, ministro della Salute, Silvio Borrello, direttore generale della Sanità Animale e dei Farmaci veterinari, Giuseppe Penocchio, presidente Fnovi (Federazione nazionale ordini veterinari italiani), Maurizio Pace, segretario Fofi (Federazione ordini farmacisti italiani), ed infine Nicola D’Alterio, direttore sanitario dell’Istituto zooprofilattico sanitario di Teramo, nonché altri referenti dello stesso istituto.

Al momento non è noto se in tale occasione sarà data la notizia ufficiale della partenza del progetto che vede l’obbligatorietà di emissione della ricetta veterinaria mediante supporto dematerializzato. Il processo infatti, dopo la firma del decreto attuativo dallo stesso ministro Grillo, avrebbe previsto l’invio del documento alla Corte dei conti e, dopo la valutazione, successivamente pubblicato in Gazzetta Ufficiale, per l’entrata in vigore definitiva. Nei giorni scorsi lo stesso ministero della Salute aveva pubblicato una nuova versione del manuale operativo della ricetta elettronica veterinaria. «L’aggiornamento – aveva spiegato il dicastero – arricchisce il documento di numerose ulteriori casistiche che consentiranno a tutti gli attori della filiera dei medicinali veterinari, dai produttori fino agli utilizzatori finali, di rapportarsi in modo più semplice al nuovo Sistema informativo nazionale per la farmacosorveglianza (che comprende la ricetta veterinaria elettronica) adottando procedure univoche e condivise definite all’interno del manuale».

© Riproduzione riservata