«Presente e futuro della farmacia clinica oncologica tra innovazioni terapeutiche e nuovi modelli organizzativi» è il titolo del convegno nazionale della rete oncologica Sifact che si è tenuto a Bari il 17 e 19 giugno 2022. A fornire i dettagli erano stati gli stessi organizzatori, i quali avevano reso noto che tra i temi affrontati vi era quello della ricerca nel settore oncologico, medicina di precisione e partecipazione attiva del farmacista Ssn nei team multidisciplinari. Più nel dettaglio «dopo due anni di formazione virtuale si torna a programmare eventi in presenza per favorire il confronto tra i farmacisti ospedalieri che operano nel settore oncologico. La ricerca, nonostante il biennio pandemico, non ha conosciuto battute d’arresto e si è confermata con risultati incoraggianti in relazione alla sempre maggiore sopravvivenza dei pazienti osservati nei trial clinici, portando allo sviluppo di nuovi prodotti farmaceutici sia in ambito diagnostico che terapeutico. Di medicina di precisione, in particolare, si parla da anni ed è ormai una realtà dell’armamentario terapeutico oncologico. Tuttavia, questo tipo di approccio terapeutico necessita di una diagnostica di avanguardia, e di una omogeneità di accesso sul territorio».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Le sessioni della due giorni

Quanto alle sessioni, la prima è stata dedicata «all’innovazione nella medicina di precisione», a cui è seguita nella stessa giornata «una seconda sessione per approfondire i più recenti aggiornamenti in immunoncologia e nelle future terapie oncologiche che presto entreranno in commercio in Italia». Dunque una sessione «dedicata alle strategie di governance top-down, ovvero la serie di iniziative di governo dell’innovazione di enti e istituzioni che vengono recepite e declinate a livello locale». Infine un’ultima sessione è stata caratterizzata «per il contesto pratico dei contenuti, per dare spazio ad esperienze condotte dagli operatori sanitari sul campo, per permettere la condivisione di idee e soluzioni all’interno della rete».

Esperienze e modelli in un contesto multidisciplinare

Per Francesca Venturini, presidente Sifact, «l’ambito di farmacia oncologica è uno dei primi che ha visto il farmacista ospedaliero coinvolto a tutto tondo nelle attività di farmacia clinica e questo convegno vuole portare all’attenzione, oltre agli aggiornamenti in ambito terapeutico ed organizzativo, esperienze e modelli nei quali il farmacista è inserito ed opera in un contesto multidisciplinare, quale i Gruppi oncologici multidisciplinari (Gom), i Pdta e i Molecular tumor board». Il convegno è stata l’occasione «per fare il punto sulla ricerca real world in oncologia del farmacista, su cui Sifact è impegnata proattivamente».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.