I titolari di farmacia hanno ancora qualche giorno per rispondere al questionario, disponibile sul sito di Federfarma, utile alla realizzazione del quinto Rapporto sulla farmacia in Italia, promosso da Cittadinanzattiva in partnership con Federfarma e con il contributo non condizionato di Teva. «Le farmacie – ha dichiarato Federfarma – nel corso dell’emergenza sanitaria hanno riorganizzato la propria attività per supportare al meglio i cittadini nella difficile fase della diffusione del virus, ampliando la gamma dei servizi offerti (test sierologici, tamponi, vaccini anti-Covid e antinfluenzali). In prospettiva, il nuovo modello della Farmacia dei servizi potrà svolgere un ruolo importante nella sanità territoriale in corso di riorganizzazione grazie ai fondi del Pnrr. Per comprendere meglio quale potrà essere il contributo delle farmacie all’assistenza sanitaria del futuro, il quinto Rapporto annuale sulla farmacia, promosso da Cittadinanzattiva in partnership con Federfarma e con il contributo non condizionato di Teva, attraverso due questionari, uno rivolto ai titolari di farmacia e uno rivolto ai cittadini, punta a dare risposta ad alcune domande chiave». Il questionario può essere compilato solo online entro il 20 settembre 2022.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

I temi affrontati

Nel Rapporto saranno approfonditi temi quali i servizi attualmente forniti dalle farmacie, il contributo alla diffusione dei medicinali equivalenti, le iniziative promosse in merito alla prevenzione e all’aderenza terapeutica. «È importante che il maggior numero di titolari di farmacia – prosegue Federfarma – compili il questionario online per raccontare la propria esperienza, fornire informazioni sui servizi offerti ed esprimere il proprio parere sulla farmacia del futuro. I cittadini, invece, possono esprimere la propria opinione sul ruolo attuale e futuro della farmacia, compilando il questionario a loro dedicato. I risultati dell’indagine saranno presentati alle Istituzioni e all’opinione pubblica nel mese di novembre 2022, nell’ottica di valorizzare l’impegno delle farmacie per migliorare il servizio offerto ai cittadini e potenziare le attività di monitoraggio dei pazienti, prevenzione e promozione della salute tramite le farmacie stesse».

Obiettivi del Rapporto

Il Rapporto annuale sulla farmacia è coordinato dall’Agenzia di valutazione civica di Cittadinanzattiva e realizzato in partnership con Federfarma. Come spiega in una nota Cittadinanzattiva, «sin dalla sua prima edizione, il Rapporto sulla farmacia si è focalizzato sul ruolo della farmacia in Italia quale presidio di prossimità, con la finalità generale di contribuire a tracciare l’evoluzione della farmacia di comunità alla luce della riorganizzazione dei servizi sanitari territoriali, valorizzando il punto di vista di cittadini e farmacisti, tema quanto mai attuale alla luce della Missione 6 del Piano nazionale di ripresa e resilienza e della relativa riforma contenuta nel Dm 77/2022». Gli obiettivi dell’indagine sono molteplici e mirano a «rilevare l’orientamento delle farmacie a essere riferimento di cittadini e comunità locali in quanto presidio di prossimità nella riorganizzazione dell’assistenza sanitaria territoriale, censire per valorizzare e mettere in rete best practice, monitorare aspettative, bisogni, risposte di salute soddisfatte o criticità rilevate». L’intenzione è poi quella di continuare a registrare, dal punto di vista di cittadini e farmacisti, l’evoluzione della farmacia dei servizi nel contesto post-pandemico.

© Riproduzione riservata



Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.