L’International Pharmaceutical Federation (Fip) ha lanciato un nuovo forum – al quale parteciperanno farmacisti, ricercatori e educatori – che sarà dedicato al tema delle tecnologie digitali. «Esattamente come accadde nel corso del XX secolo con il processo di industrializzazione – ha spiegato Dominique Jordan, presidente dell’associazione – un nuovo tsunami, quello della digitalizzazione e dell’intelligenza artificiale, sta coinvolgendo la farmacia. È per questo che siamo chiamati a consolidare il nostro ruolo anche attraverso un processo di appropriamento dei nuovi trend, delle nuove tecnologie, dei nuovi modelli logistici. Al fine di integrarli con il nostro lavoro quotidiano, al servizio delle comunità nelle quali operiamo».

Il “Technology Forum” servirà proprio a questo: si occuperà di «esplorare le iniziative che possono coinvolgere la categoria». A presiedere il nuovo organismo sarà Jacqueline Surugue – francese, vice-presidente della FIP – che coordinerà 18 membri in totale: tra i quali alcuni rappresentanti dell’associazione e di organizzazioni affiliate di 13 nazioni. Saranno quindi istituiti dei gruppi di lavoro che si concentreranno su specifici progetti. «Il forum avrà anche il compito – precisa la federazione internazionale – di seguire i trend tecnologici e valutarne il potenziale impatto sul settore». Ciò terrà conto non soltanto delle novità tecnologiche, come nel caso della “mobile health”, ma anche dei cambiamenti che si manifesteranno sul mercato: non a caso è stato citato anche quello che viene definito un processo di «Amazonificazione della farmacia». «L’esplosione dei progressi tecnologici sta rimodellando il futuro delle cure mediche. Sta cambiando il modo in cui lavoriamo, i nostri ruoli e il contesto professionale. Nel quadro di tale profondo cambiamento, abbiamo il dovere di essere in grado di assicurare che tali novità possano contribuire a vincere le sfide che abbiamo di fronte nel campo sanitario, ed in particolare in quello della farmacia», ha aggiungo Surugue, secondo la quale «questo forum internazionale sarà perfetto a tale scopo».

Non a caso il lancio della struttura coincide con la pubblicazione di un nuovo rapporto della FIP, dedicato proprio al tema della mHealth. Esso contiene i risultati di un sondaggio effettuato in 22 nazioni in merito all’uso delle tecnologie mobili da parte dei farmacisti. Di recente, invece, un altro rapporto della Fip si era concentrato sull’utilità dei farmacisti nella prevenzione e nella gestione delle malattie non trasmissibili.

© Riproduzione riservata