Michele Di Iorio continuerà a guidare Federfarma Napoli. Il dirigente, già presidente dell’associazione dei titolari di farmacia del capoluogo campano, è risultato vincente nella competizione che l’ha visto contrapposto a Nicola Stabile nelle settimane precedenti al voto, che si è svolto nelle giornate del 30 giugno e del 1 luglio 2019.

Con 392 voti assegnati all’intera lista (oltre 450 le preferenze personali per Di Iorio) sono stati eletti tutti i 21 consiglieri, i 3 probiviri ed i 3 sindaci (oltre ai 2 supplenti) della lista “Insieme con Michele Di Iorio” che ne supportava la candidatura a presidente. Oltre 200 le preferenze sono andate invece alla lista “Farmacia Futura Napoletana” che sosteneva la candidatura di Nicola Stabile al quale sono andate 267 preferenze personali, insufficienti anche per un ruolo di consigliere. Hanno votato 711 degli 804 titolari di farmacia di Napoli e provincia, per un affluenza del 90%.

Stabile ha commentato il risultato ringraziando chi ha contribuito allo svolgimento delle elezioni e le persone che vi hanno partecipato. Quindi ha espresso «un enorme in bocca al lupo a Michele e al prossimo consiglio che rappresenterà la categoria napoletana nei prossimi tre anni. I miei auguri di buon lavoro». Da parte sua, Di Iorio ha ringraziato a sua volta gli scrutatori, «e soprattutto tutti quelli che non mi hanno votato, perché è da loro che viene la motivazione e la voglia di correggere verso il meglio un percorso iniziato tanti anni fa e che sicuramente per i prossimi tre anni non permetterà a me di annoiarmi. Io avrò bisogno in questo lavoro di tutti i miei vicini. E i miei vicini siete tutti quanti voi. Lo sapete, e io lo so. Tutti insieme abbiamo necessità di aiutarci. Da ultimo, ma non in ordine di importanza, voglio ringraziare i colleghi che con me hanno vissuto questa ennesima avventura, che si è rivelata oggi vincente per noi e spero possa esserlo per tutta la categoria». «I colleghi napoletani – ha aggiunto il presidente di Federfarma Napoli – hanno voluto riconoscere il lavoro svolto in tutti questi anni da un gruppo di farmacisti capace non solo di tirar fuori la categoria dalle “sabbie mobili” dei ritardati pagamenti, ma di rivendicare la centralità del ruolo del farmacista come “sentinella” sanitaria sul territorio».

Come riferito ai propri lettori da FarmaciaVirtuale.it, Di Iorio ha spiegato che per il prossimo mandato intende puntare a creare «un unico portale CUP per le tre Asl e le altre strutture ospedaliere che hanno già aderito o sono prossime ad aderire: un servizio utile ai cittadini, qualificante per il farmacista, efficace per l’Ente pubblico». Si propone poi la realizzazione di un percorso di Assistenza Domiciliare Integrata, l’istituzione di una “scuola di formazione” per titolari e collaboratori e un “punto d’ascolto” al quale «tutti gli iscritti potranno esporre progetti o criticità». Inoltre, vuole «valorizzare la figura del farmacista nel centrale ruolo di “sentinella sanitaria” sul territorio attraverso campagne d’informazione ed educazione sanitaria in farmacia» e sostenere le farmacie «attraverso progetti di partecipazione economica, come già realizzato in occasione dell’entrata in vigore della fatturazione elettronica». Infine, Di Iorio si ripromette di lavorare «per affermare il ruolo di Credifarma come partner finanziario delle farmacie napoletane e nel contempo per offrire supporto alla comparazione delle condizioni economiche con la stipula di convenzioni bancarie e/o finanziarie a livello locale».

© Riproduzione riservata