«A conclusione del mandato, prima che la imminente tornata elettorale designi il nuovo Consiglio, desidero ringraziare tutti voi per la coerenza e la partecipazione con la quale avete attuato le indicazioni del Consiglio, contribuendo, negli anni, a rendere il sindacato autorevole, dando forza a Federfarma Napoli sui tavoli delle varie trattative istituzionali. Tavoli ai quali ci siamo sempre presentati pensando tanto al dovere professionale quanto alle necessità aziendali». Il presidente dell’associazione partenopea, Michele Di Iorio, ringrazia con queste parole i titolari di farmacia.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

E a pochi giorni dalle prossime elezioni per il rinnovo delle cariche traccia da una parte un bilancio di quanto fatto fino ad ora, quindi spiega quali sono gli impegni previsti per il futuro. Sul tema dei pagamenti, il dirigente spiega che «risultano consolidati da parte di tutte le Asl. Un risultato a cui si è giunti dopo anni di battaglie tra serrate, assistenza indiretta e non da ultimo uno sciopero della fame con il quale siamo riusciti ad attirare l’attenzione, anche nazionale, su un problema atavico per la nostra categoria». Sulla DPC, poi, Di Iorio evidenzia che la sua associazione è stata «la prima in Italia a gestire direttamente attraverso la controllata Federfar.Na la distribuzione per conto, riuscendo a sommare la soddisfazione delle istituzioni, quella dei cittadini e dei colleghi». Il dirigente ricorda quindi i presidi per i diabetici, il CUP in farmacia e il Progetto Zenith. E precisa, sulla fatturazione elettronica, di aver «scelto di assicurare a tutte le farmacie napoletane, senza aggravio di costi, il programma di fatturazione elettronica (obbligatoria da quest’anno) messo a disposizione da Promofarma».

Di Iorio sottolinea poi la collaborazione con l’Ordine dei farmacisti: «Siamo cofirmatari del progetto “Un farmaco per tutti” che ha dato lustro nazionale ai farmacisti napoletani e partecipi di tante altre iniziative formative, sociali, istituzionali». E «in un’ottica di collaborazione con altri ordini professionali a noi vicini abbiamo destinato in locazione i locali di nostra proprietà, riuscendo a coniugare un introito economico ed una “vicinanza” ideale e fisica con i biologi della Campania». Mentre in materia di sicurezza, «grazie ad una continua collaborazione con le forze dell’ordine si è riusciti ad arginare il fenomeno dei furti e delle rapine in farmacia». Il presidente dell’associazione napoletana ricorda infine gli screening effettuati in collaborazione con le Asl e la valorizzazione della Farmacia degli Incurabili «come nostra fonte di storia professionale».

Per il futuro, Di Iorio punta a creare «un unico portale CUP per le tre Asl e le altre strutture ospedaliere che hanno già aderito o sono prossime ad aderire: un servizio utile ai cittadini, qualificante per il farmacista, efficace per l’Ente pubblico». Si propone poi la realizzazione di un percorso di Assistenza Domiciliare Integrata, l’istituzione di una “scuola di formazione” per titolari e collaboratori e un “punto d’ascolto” al quale «tutti gli iscritti potranno esporre progetti o criticità». Inoltre, il presidente di Federfarma Napoli vuole «valorizzare la figura del farmacista nel centrale ruolo di “sentinella sanitaria” sul territorio attraverso campagne d’informazione ed educazione sanitaria in farmacia» e sostenere le farmacie «attraverso progetti di partecipazione economica, come già realizzato in occasione dell’entrata in vigore della fatturazione elettronica». Infine, Di Iorio si ripromette di lavorare «per affermare il ruolo di Credifarma come partner finanziario delle farmacie napoletane e nel contempo per offrire supporto alla comparazione delle condizioni economiche con la stipula di convenzioni bancarie e/o finanziarie a livello locale». Le elezioni si terranno il 30 giugno e il 1 luglio 2019. La “Lista A”, che sostiene il presidente attuale, si chiama «Insieme con Michele Di Iorio».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.