marco cossolo

marco cossoloDieci voti soltanto. È questo l’esiguo scarto che ha diviso i due candidati alla presidenza di Federfarma nazionale. A vincere è stato Marco Cossolo, torinese, classe ’65, che ha raccolto 123 preferenze, contro le 113 andate ad Annarosa Racca, che ha guidato il sindacato dei titolari di farmacia dal 2008. Ne emerge la fotografia di un’associazione di categoria di fatto divisa al proprio interno tra chi avrebbe visto di buon grado una continuità rispetto agli scorsi anni e chi, fondando il movimento Farmacia Futura, voleva al contrario voltare pagina. Marco Cossolo resterà in carica per un triennio, fino al 2020. Su Facebook la sua biografia ricorda che il farmacista è nato il 18 maggio 1965 a Torino. Nel 1988 la laurea nel capoluogo piemontese; dal 1989 l’esercizio della professione, dapprima come farmacista collaboratore, poi come titolare della farmacia di Carignano. Fin dal 2001 è presente nel sindacato, come tesoriere di Federfarma Torino, quindi come segretario, poi membro del consiglio regionale, fino a giungere alla presidenza. Dal 2006 al 2016 è stato anche sindaco della città di Carignano e, successivamente, presidente del consiglio comunale. Dirige le società di proprietà di Federfarma Torino per la fornitura alle farmacie di servizi di formazione, informazione, comunicazione, contabilità e controllo di gestione. Nel novembre 2011, in qualità di amministratore delegato di Farmagruppo, gestisce la fusione tra Farmaciapiù, Farmacuore e Farmagruppo, creando Farmauniti, una cooperativa che attualmente riunisce circa 1.100 farmacie in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Al termine della fusione, si dimette dalla carica dirigenziale di Farmagruppo e viene nominato amministratore delegato di Farmauniti. Da Novembre 2013 è anche a.d. di Unifarma Spa, capogruppo di una holding della distribuzione intermedia, con 480 milioni di euro di fatturato e circa 470 dipendenti). Infine, nel 2016 fonda Uninetfarma. A Farmacia Futura va anche la presidenza del Sunifar: Silvia Pagliacci, presidente di Federfarma Perugia, succede così ad Alfredo Orlandi. Anche in questo caso la distanza tra i due candidati è stata minima: alla vincente sono andati 60 voti, contro i 56 del presidente uscente. Nella serata di ieri sono stati infine definiti i nomi dei nove membri del consiglio di presidenza: Farmacia Futura non lascia neppure le briciole, vedendo eletti tutti i suoi candidati. Si tratta di Vittorio Contarina, Roberto Tobia, Osvaldo Moltedo, Michele Pellegrini Calace, Marco Bacchini e Achille Gallina Toschi per l’assemblea nazionale, e di Renato Usai, Pasquale D’Avella e Daniele Dani tra i rurali.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.