vendita online di farmaciLa divisione tedesca di Amazon EU è autorizzata da tempo alla vendita per corrispondenza di medicinali sul territorio della nazione europea. Sul sito del Deutsche Institut für Medizinische Dokumentation und Information (DIMDI), l’equivalente della nostra Agenzia del Farmaco, infatti, il colosso dell’e-commerce è presente nella lista delle società di vendita per corrispondenza iscritte nel registro apposito dello stesso DIMDI. Si tratta delle aziende che «sono autorizzate a cedere medicinali ad uso umano via Internet in Germania». Berlino ha deciso dunque di consentire lo sfruttamento del marketplace per la vendita di medicinali Sop e Otc, cosa che invece non è possibile in Italia.

Come noto, infatti, nel nostro Paese il ministero della Salute, nel 2016, ha spiegato che l’apertura alla vendita online di medicinali non significa che tutti i canali possano essere utilizzati liberamente a tale scopo. Al contrario, le farmacie e parafarmacie che intenda cedere medicinali Sop e Otc via Internet possono farlo solo dopo aver ricevuto un’autorizzazione specifica, ed esponendo un apposito bollino rilasciato al titolare, che permette agli utenti di poter distinguere le farmacie “vere” da quelle false che imperversano spesso sul web. Inoltre, appunto, è stato specificato che non è in ogni caso possibile avvalersi dei marketplace: «Non è consentito l’utilizzo di siti web intermediari, piattaforme per l’e-commerce ovvero applicazioni mobili per smartphone o tablet, funzionali alla gestione online dei processi di acquisto».

In Germania il sistema funziona in questo modo: gli ordini vengono effettuati sul sito di Amazon e le farmacie si incaricano del confezionamento e della spedizione dei prodotti. Inoltre, i clienti di Amazon “Prime” possono contare sulla spedizione gratuita, pagando un abbonamento annuale: ciò vale solo per un gruppo di farmacie, che in pratica si occupano di prendere in carico l’ordine e di restituirlo ad Amazon per l’ultima tappa, quella della distribuzione al cliente. Secondo quanto riferito dal giornale specializzato La Pharmacie Digitale, nel 2017 «la principale catena di farmacie tedesche, la Linda (che ne conta 1.100) ha risposto proponendo una consegna a domicilio rapida per i clienti, chiamata sistema Linda 24/7. In questo modo si può scegliere su un catalogo di Otc e prodotti di parafarmacia ma anche inviare una fotografia di una prescrizione medica al fine di far sì che il medicinale sia messo a disposizione in farmacia o spedito a tempo di record (meno di 4 ore)».

© Riproduzione riservata