fondazione onaosiIl presidente della Fondazione Onaosi, Serafino Zucchelli, in una lettera inviata a tutti i presidenti degli Ordini provinciali di medici chirurghi e odontoiatrici, medici veterinari e farmacisti, ha spiegato: «Vista l’imminente scadenza fissata al 16 novembre 2018, termine entro il quale chi ha perso lo status di contribuente per morosità negli ultimi cinque anni può regolarizzare la propria posizione contributiva Onaosi, confidando ancora una volta nella vostra preziosa collaborazione, si trasmette una breve comunicazione da diffondere tramite i canali informativi ritenuti più idonei, a tutti i sanitari contribuenti iscritti».

Nella nota citata si precisa che questi ultimi «possono regolarizzare la loro posizione Onaosi versando le annualità mancanti entro e non oltre dodici mesi dall’approvazione del nuovo statuto intervenuta in data 16/11/2017. Nello specifico sono interessati alla suddetta sanatoria i sanitari già iscritti alla fondazione in qualità di contribuenti obbligatori ex dipendenti pubblici in servizio al 31/12/2012 e in qualità di contribuenti volontari in regola con i versamenti al 31/12/2012». Ciò in quanto, proprio per effetto del nuovo statuto, chi si metterà in regola pagando i contributi mancanti nel periodo compreso fra il 2013 e il 2017, potrà tornare a godere di tutti i benefici derivanti dall’adesione all’Onaosi, come riferito ai propri lettori da FarmaciaVirtuale.it.

«Chi invece non aderirà alla sanatoria – sottolinea Zucchelli – perderà definitivamente lo status di contribuente, il diritto a ogni prestazione nonché la possibilità di una nuova iscrizione». Il dirigente ha anche chiesto agli ordini professionali di categoria di «nominare, in occasione di uno di prossimi direttivi, un referente Onaosi per le prime informazioni agli iscritti», ai quali sarà garantita una formazione dalla stessa fondazione. Ulteriori informazioni sono presenti sul sito Internet www.onaosi.it.

© Riproduzione riservata