L’azione professionale del farmacista non si esplica solo dietro al banco ma anche attraverso una serie di iniziative mirate a raggiungere i potenziali pazienti anche all’esterno delle mura. È questo il caso di Federfarma Verona e Società italiana ipertensione arteriosa (Siia), intervenute presso il comando Comfoter, per un’azione di supporto, informazione e prevenzione, al fine di combattere l’ipertensione, patologia subdola sino a poter essere grave per la salute degli interessati. Per l’occasione diversi farmacisti e medici veronesi hanno sottoposto i militari a questionari e misurato la pressione arteriosa. L’appuntamento, in vista della Giornata mondiale dell’ipertensione, si è svolto il 10 maggio presso Palazzo Carli, nella sede del Comando delle forze operative terrestri di supporto, alla presenza di Giuseppenicola Tota, generale di Corpo d’armata e comandante del Comfoter.

Presente all’iniziativa Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, il quale dopo aver ringraziato gli intervenuti, ha evidenziato che «i colleghi che svolgono la loro attività professionale nelle farmacie territoriali non si devono limitare a condividere le proprie conoscenze con chi varca la soglia della farmacia, ma devono essere disponibili ad uscire dal banco ed incontrare tutti coloro che, in diversi ambiti, scuole, caserme, piazze, sono pronti a ricevere preziose informazioni sanitarie. Fino ad ora abbiamo incontrato in precedenti iniziative Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza e ora l’Esercito cercando sempre di essere in qualche modo riconoscenti a quanti lavorano per la nostra sicurezza».

Secondo quanto spiega la stessa Federfarma Verona, «l’iniziativa rientra negli impegni sulla prevenzione assunti da Federfarma Verona nell’ambito della Giornata mondiale di lotta all’ipertensione che si svolgerà venerdì 17 maggio quando le farmacie offriranno gratuitamente alla cittadinanza, fino a sabato 18, misurazioni della pressione arteriosa e la compilazione del questionario anonimo sul rischio ipertensione i cui dati verranno elaborati da Federfarma Verona e consegnati alla SIIA per essere analizzati e successivamente utilizzati nell’ambito della prevenzione di questa patologia. Nella stessa giornata i farmacisti di Federfarma Verona e medici dell’Unità di Medicina per l’Ipertensione saranno presenti presso la Caserma Dalla Bona per un secondo appuntamento con i militari del Comfoter di Supporto».

© Riproduzione riservata