federfarma rovigo«Il 70% dei macchinari è stato installato ed è già efficiente, tra poco inizieremo a posizionare il resto»: procede bene, secondo le parole di Michelangelo Galante, Presidente di Federfarma Rovigo, il progetto “Il tuo farmacista ti salva la vita – Defibrillatori in farmacia”, che nel primo semestre 2016 ha visto il posizionamento di gran parte dei 62 “salva vita” in previsione di essere installati entro la fine dell’anno. Si tratta di teche contenenti defibrillatori situate all’interno o nei pressi delle farmacie della città di Rovigo e di tutta la provincia, anche dei paesi più piccoli. “Sono postazioni messe in rete e telecontrollate – spiega Galante – La sala operativa del 118 è in costante contatto e si allarma appena la teca viene aperta, e anche il produttore è in continuo collegamento per vigilare sull’efficienza dei macchinari». Il progetto prevede un investimento complessivo di circa 150 mila euro e vede la collaborazione di Federfarma e della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. “Ne abbiamo usati già circa 100 mila, di cui 50 mila versati dai farmacisti – dice Galante – Fin dall’inizio abbiamo cercato un aiuto economico da un ente che non avesse finalità commerciali, per mantenere la natura etica e sociale dell’iniziativa, e ci siamo così affidati alla Fondazione, che già ci ha promesso il finanziamento di questa seconda tranche». L’idea di questo progetto è nata da un’esperienza realmente vissuta. «Ho una farmacia a 6 chilometri dalla città di Rovigo – racconta Galante – È capitato che un signore si sentisse male proprio davanti alla mia attività. Era giorno di mercato, e nonostante la vicinanza all’ospedale, l’ambulanza ci ha impiegato 20 minuti ad arrivare. Per questo l’intenzione è quella di attrezzare non solo la città, che già è ben fornita, ma tutta la provincia, anche i paesini più piccoli e lontani. La mia idea ha così trovato la solidarietà dei colleghi, ma anche delle istituzioni e dei cittadini stessi, inizialmente incuriositi da queste teche. Tutti hanno capito l’importanza del progetto». I farmacisti del territorio sono stati formati per essere pronti ad usare i defibrillatori in caso di necessità. «Per fortuna non ci sono ancora state emergenze dall’installazione dei macchinari, – dice il Presidente di Federfarma Rovigo – ma almeno due farmacisti per ogni zona hanno seguito dei corsi gratuiti e a breve consegneremo ufficialmente i certificati». Un progetto, quello dei defibrillatori nelle farmacie, che può essere esportato in altre città, province e regioni italiane. «La Provincia di Rovigo è capofila in questa iniziativa – conclude Galante – Per noi è più semplice, perché contiamo solo 87 farmacie e l’investimento è contenuto. Il concetto è buono ed è esportabile. Qualcosa del genere si sta facendo anche in altre zone del Paese, ma non ci sono altre esperienze, oltre la nostra, che coprano un’intera provincia».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.