Anche i farmacisti che operano in parafarmacia sono in prima linea nel supporto alla popolazione nell’emergenza legata alla diffusione del coronavirus in Italia. Alla Fnpi e Unaftisp si aggiunge una nota di Federfardis, Federazione farmacisti e disabilità, il cui presidente, Paolo Moltoni, scrive a Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, e ai ministri Roberto Speranza e Luciana Lamorgese. «La presente – si legge nella lettera – per portare ufficialmente alla vostra attenzione il nostro impegno e vicinanza ai cittadini ed agli operatori che, in vario modo, sono impegnati in prima linea nell’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro Paese».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

«Come sicuramente – prosegue Moltoni – in questi difficili giorni state riscontrando, le parafarmacie al pari delle farmacie stanno fornendo corrette informazioni ed assistenza ai cittadini, in particolare a quelli presenti nelle aree in cui si sono sviluppati i focolai di infezione dove, pur nelle difficoltà, i farmacisti non arretrano assolutamente nell’esercizio del proprio compito, dando esempio di compostezza e di senso del dovere». Da qui, l’appello del dirigente: «La nostra professione, le nostre attività e le nostre organizzazioni sono come sempre a fianco della popolazione ed i cittadini sanno che possono contare sui farmacisti italiani anche in questa emergenza».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.