farmacisti in aiutoIl presidente dell’associazione senza scopo di lucro Farmacisti in Aiuto, Tullio Dariol, ha lanciato un appello a tutti i titolari di farmacia affinché partecipino ad un’iniziativa di solidarietà nei confronti delle vittime del terremoto in Nepal. La catastrofe, come noto, ha provocato fino ad ora oltre 7 mila vittime accertate dalle autorità, assieme a più di 14 mila feriti. Non esiste ancora una valutazione ufficiale del numero di dispersi: le operazioni di soccorso continuano incessantemente ed ancora, a distanza ormai di giorni dal sisma, alcuni sopravvissuti vengono estratti miracolosamente vivi dalle macerie. I danni materiali patiti dal patrimonio culturale conservato nelle città del Paese asiatico, inoltre, sono inestimabili.
«L’emergenza terremoto in Nepal – spiega Dariol – è una catastrofe che ha scosso ognuno di noi. “Farmacisti in Aiuto”, fin dalla sua fondazione, è impegnata in progetti di sostegno a distanza ed interventi di emergenza. Come già avvenuto per lo tsunami in India del 2004 e per il terremoto in Abruzzo del 2009 sentiamo il dovere di aiutare e portare soccorso. Mancano acqua, cibo, energia elettrica, molti hanno perso la casa». Per questo, la Onlus chiede «collaborazione e sostegno»: chiunque volesse contribuire può alimentare un «fondo per la ricostruzione» attraverso un bonifico bancario (codice IBAN IT 44 L 08327 49630 0000 0000 2600, codice Swift ROMAITR1048, causale «Emergenza Nepal») oppure versando sul conto corrente postale n. 80190788 intestato a «Farmacisti in aiuto Onlus» (con la stessa causale).
Il presidente dell’associazione sottolinea che il 100% dei fondi versati verrà inviato in Nepal, per essere utilizzato in collaborazione con un’organizzazione che opera sul posto dal 2008: «Farmacisti in Aiuto» assicura infatti che l’impiego delle donazioni sarà documentato e rendicontato. Per ottenere ulteriori informazioni, su questo come su altri programmi avviati dalla Onlus, è possibile visitarne il sito web (nonché la pagina Facebook), oppure scrivere una email a segreteria@farmacistiinaiuto.org.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

© Riproduzione riservata