Sembrerebbe concludersi con un lieto fine la vicenda di Farbanca, istituto finanziario dedicato al mondo della farmacia e della sanità. Come reso noto infatti dallo stesso istituto, «Banca Popolare di Sondrio comunica la sottoscrizione di un contratto per l’acquisto del 70,77% del capitale sociale di Farbanca s.p.a. per un importo massimo di 30 milioni di euro». Nel dettaglio, l’operazione è avvenuta il 7 marzo 2019 attraverso la sottoscrizione con Banca Popolare di Vicenza S.p.A. in Liquidazione Coatta Amministrativa (“LCA”) di «un contratto di compravendita azionaria che prevede l’acquisto (“Acquisizione” o “Operazione”) da parte di BPS del 70,77% del capitale sociale di Farbanca S.p.A. (“Farbanca”)».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

«L’operazione – si legge in una nota -, dal punto di vista strategico, costituisce un’opportunità per sviluppare una piattaforma integrata, dedicata a particolari segmenti di clientela, in grado di offrire servizi di incasso e pagamento e prestiti, nonché prodotti di risparmio gestito e assicurativi». Inoltre, «il prezzo dell’acquisizione è pari a 30 milioni di euro, con eventuale aggiustamento in riduzione in funzione solo di un risultato economico di Farbanca – nei primi mesi del 2019 – inferiore alle previsioni ovvero di incremento significativo dello stock di non performing loans nei mesi antecedenti il completamento dell’Operazione. In sede di sottoscrizione, una percentuale del prezzo, pari al 10%, è stato versato da BPS a LCA a titolo di cauzione». Operazione che, spiega il gruppo, «presenta impatti contenuti sul profilo di capitale del gruppo bancario BPS: sulla base della situazione al 31.12.2018 la riduzione del CET1 ratio è stimata al di sotto di 20 basis points», e che inoltre è subordinata «al rilascio delle necessarie autorizzazioni di legge da parte delle competenti Autorità».

La notizia dell’acquisizione giunge a circa un anno dall’uscita di scena della società New Seres Apennines (di China Cefc), che era riuscita, nel dicembre del 2017, a spuntare un accordo per l’acquisto di Farbanca.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.