Tra le attività svolte nell’ambito della gestione della farmacia sono annoverate anche la ricezione e la verifica di denaro contante. Ciò sebbene l’uso di carte di credito e di debito per i pagamenti prenda sempre più piede. Sono svariati i momenti della «vita gestionale» in cui sono maneggiate banconote. Tra questi, la ricezione dei pagamenti da parte cliente. Sebbene molti farmacisti abbiano optato per una gestione più sicura – con i pro e i contro – installando macchine per la gestione del contante, altri, invece, utilizzano i metodi tradizionali. Proprio grazie ad una cassa automatica ed alla lucidità di una farmacista, Silvio Buccarelli, lo scorso aprile, riuscì a sventare una rapina nell’orario di minore affluenza.

A proposito di denaro contante, corre utile evidenziare che la Banca centrale europea (Bce), martedì 28 maggio 2019, ha completato l’emissione della nuova serie di banconote mettendo in circolo i biglietti da €100 ed €200. La serie in oggetto, a differenza della prima, non include la banconota da €500. Secondo quanto riportato dalla stessa Bce, la nuova carta moneta è prodotta con speciali tecniche di stampa che conferiscono alle banconote una particolare consistenza. Nello specifico, guardando le banconote in controluce sono visibili la finestra e la filigrana con ritratto e il filo di sicurezza. Muovendo una banconota, inoltre, la finestra nella striscia argentata rivela in trasparenza il ritratto di Europa ed numero di color verde smeraldo produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. Altre caratteristiche di sicurezza possono essere verificate con particolari strumenti.

Per contrastare il fenomeno delle banconote false, numerose attività si dotano di strumenti a lettura ottica capaci di segnalare in tempo reale eventuali segni di contraffazione. Proprio con riferimento agli strumenti verificatori di banconote false, si ritene utile ricordare che, con l’introduzione delle nuove banconote, affinché non si generino dei “falsi positivi”, ovvero segnalino che le banconote verificate siano contraffatte, è necessario effettuare l’aggiornamento del software solitamente disponibile gratuitamente sul sito del produttore. Solo dopo l’aggiornamento, gli apparecchi riconosceranno correttamente le nuove banconote da €100 e €200.

© Riproduzione riservata