«I farmacisti napoletani ci hanno messo cuore, orgoglio professionale e, attraverso Facebook, la faccia, la qual cosa, per noi non è soltanto un modo di dire, ma è l’essenza stessa del nostro lavoro». Sono le parole di Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli, al termine della campagna DiaDay, iniziativa nazionale con l’obiettivo di monitorare l’aderenza alla terapia dei pazienti diabetici e fornire loro consigli utili per la gestione della problematica. «Ogni giorno – prosegue il dirigente – al di là delle iniziative che mettiamo in campo, circa 150 persone varcano la soglia di una farmacia perché sanno di trovare un professionista affidabile al quale chiedere consiglio e non solo la mera dispensazione di un farmaco». Secondo quanto comunicato dal sindacato partenopeo, sono 1.321 i pazienti entrati nelle farmacie di Napoli e provincia a cui è stato somministrato il questionario predisposto. Numero record che, oltre ad attestare il positivo coinvolgimento delle farmacie iscritte al sindacato, mette Napoli al primo posto in Italia.

«Iniziative come il DiaDay – commenta Di Iorio – dimostrano sempre più come la farmacia rappresenti una fondamentale sentinella sanitaria sul territorio capace di intercettare il bisogno di salute della popolazione, filtrando, indirizzando ed ottimizzando l’offerta sanitaria per i cittadini. È un ulteriore step – evidenzia il dirigente – nel percorso di collaborazione con le Istituzioni per confermare il cittadino paziente come centro di un sistema, complesso ma efficace, di servizi, attuabile anche grazie alla collaborazione delle farmacie». Quanto ai dati globali relativi all’iniziativa, si attendono le cifre elaborate da Promofarma, sulla base delle informazioni inserite attraverso la piattaforma Web. È utile ricordare, inoltre, che nelle passate edizioni del DiaDay l’obiettivo primario era di effettuare uno screening al fine di individuare possibili casi di diabete e pre-diabete tra i soggetti presumibilmente sani.

© Riproduzione riservata