«Insieme al nuovo direttivo abbiamo delineato i punti fondamentali da perseguire fissandoci obiettivi importanti da raggiungere. L’Agifar continuerà a essere un punto di riferimento per tutti i giovani colleghi che si interfacciano nel mondo del lavoro e anche per chi come me è nel settore da diversi anni, volta a tenere aggiornati i giovani professionisti che gravitano intorno al mondo del farmaco sulle novità di questa realtà». Sono le parole di Viviana Vitale, farmacista territoriale e revisore dei conti di Fenagifar, eletta alla presidenza dell’Associazione giovani farmacisti (Agifar) di Caserta e provincia. A farlo sapere è la stessa organizzazione territoriale, la quale ha reso noto che l’assemblea elettiva ha nominato Corrado Sgueglia vicepresidente, Alessia Merola segretario e Katia Stellato tesoriere della sigla di categoria. Tra i consiglieri Tommaso Corvino, Tommaso D’Avino, Federica Conte. Tra i revisori dei conti Claudio Caiazza, Maria Vicigrado e Benedetta Monti. Infine, tra i probiviri Raissa Sibilio, Angela Brignola e Leopoldo Coppolino.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

«Crescita formativa di ogni iscritto»

«L’attività dell’Agifar – ha dichiarato Vitale – sarà incentrata sulla comunicazione e sulla crescita formativa di ogni iscritto». Inoltre «saranno consolidati i rapporti con gli enti principali, con altre associazioni professionali. Lavoreremo con entusiasmo e responsabilità certi di poter dare un valido contributo professionale a tutta la categoria, oggi più che mai in continua evoluzione». Alle parole di Vitale sono seguite quelle di Luigi Verrengia, presidente uscente: «Si è conclusa per me una bellissima esperienza di vita professionale durante la quale sono nate nuove amicizie e altre si sono rafforzate. L’Agifar è condivisione – sottolinea Verrengia -, confronto, crescita professionale ma soprattutto personale. Auguro ai miei giovani colleghi di continuare a impegnarsi al meglio nell’associazionismo di categoria seguendo come stella polare il nostro codice deontologico. Solo in tal modo – conclude – sarà possibile migliorare il mondo professionale rendendolo sempre più brillante e, soprattutto, al passo con i tempi».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.