aderenza terapeuticaGrande interesse alla prima Giornata sulla Compliance che si è svolta a Verona il 5 giugno presso il gazebo di Federfarma Verona nella centralissima Piazza Bra. I cittadini incuriositi, dopo avere chiesto spiegazioni sulla campagna sanitaria indetta da Federfarma Verona, hanno compreso l’importanza dell’iniziativa e anche quanto sia fondamentale per la salute seguire esattamente le prescrizioni del medico curante. La compliance indica il grado di adesione del paziente alla prescrizione del medico, ma troppo spesso viene disattesa con gravissime ripercussioni sulla salute del paziente e anche sulla spesa sanitaria pubblica. Solo per fare qualche esempio è stato accertato che la terapia antipertensiva nel 50% dei casi viene dismessa entro il 1° anno, solo il 7% dei diabetici segue con precisione quanto prescritto dal medico, passata la fase acuta dell’asma bronchiale oltre il 25% dei pazienti interrompe la terapia nel lungo termine.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Tra le attività della giornata rivolte alla popolazione anche la dimostrazione di come si può gestire al meglio la terapia allestendo i vassoi-pilloliera, utili sempre, ma assolutamente necessari in presenza di una politerapia in pazienti di tutte le età, con un occhio di riguardo agli anziani cronici. Durante la Giornata della Compliance i farmacisti forniranno una brochure esplicativa sull’importanza della Compliance e informazioni personalizzate utili alla corretta assunzione, conservazione e gestione domestica dei farmaci (anche in vacanza quando troppo spesso i pazienti decidono autonomamente di concedersi una pausa anche dalla terapia). Verrà inoltre proposta ai cittadini la compilazione di semplici test di misurazione tecnica della compliance, cioè dei questionari specifici, i cui dati, una volta raccolti, verranno analizzati dai sanitari e saranno utili alla predisposizione di campagne di sensibilizzazione e di educazione mirata. I titolari di farmacia di Verona e i loro collaboratori sono stati formati sull’importanza di una corretta informazione ai pazienti e ai loro familiari con un percorso formativo che ha visto anche approcci psicologici e di comunicazione. Referenti della Giornata della Compliance sono i consiglieri di Federfarma Verona Gianmarco Padovani e Gabriella Rossignoli.

«Ci sono giornate di sensibilizzazione dedicate ai più diversi ambiti e non si era mai pensato alla Compliance. Come Federfarma Verona abbiamo ritenuto opportuno istituire un momento di informazione su questo aspetto fondamentale per la salute proprio perché la figura del farmacista come tecnico del farmaco ed educatore sanitario sempre a stretto contatto con l’utente, è il perfetto tramite tra il paziente e il medico – dice Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. E nel contempo esercita anche un ruolo attivo nella farmacovigilanza e nella farmaco economia perché la Compliance evita ricadute, aggravamenti della patologia e di conseguenza ospedalizzazioni. Ricordo infine che il paziente quando non assume correttamente i farmaci non adotta un comportamento che risponde alle indicazioni della terapia in atto e oltretutto butta dalla finestra anche i soldi che ha speso di ticket in farmacia perché il farmaco serve ed è efficace solo se viene utilizzato nel modo e nel tempo adeguato».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.