La campagna DiaDaydiaday, eseguita gratuitamente nelle farmacie dal 14 al 24 novembre 2017 e che ha permesso di individuare 4.000 casi di diabete non diagnosticato e quasi 19.000 casi di prediabete, non ha rappresentato un caso isolato in materia di iniziative di prevenzione ed educazione sanitaria. A confermarlo è Federfarma, che ha annunciato una nuova proposta avanzata alle farmacie per il 2018.
L’associazione dei titolari ha infatti reso noto che, in collaborazione con la Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA) ha organizzato «un’iniziativa da realizzare nelle farmacie in occasione della Giornata Mondiale contro l’Ipertensione, in calendario giovedì 17 maggio. Denominata “Abbasso la pressione!”, si protrarrà fino a domenica 20 maggio e si porrà come obiettivo il monitoraggio della pressione arteriosa dei cittadini che volontariamente si vorranno sottoporre alla misurazione e che risponderanno alle domande poste dal farmacista sulla base di un questionario, predisposto dalla stessa SIIA». Il documento sarà reso disponibile su una piattaforma informatica realizzata da Promofarma: «I valori pressori rilevati e le risposte fornite, elaborati mediante algoritmo, consentiranno alla farmacia di fornire indicazioni relative al risultato e consigliare eventualmente al cittadino di rivolgersi al medico di famiglia o allo specialista. L’obiettivo è sensibilizzare i cittadini sulla necessità di tenere sotto controllo la pressione e adottare stili di vita sani, informandoli sui rischi connessi alla pressione alta». I dati saranno quindi raccolti in forma anonima, verranno elaborati da un board scientifico e saranno resi noti in seguito alle istituzioni sanitarie e all’opinione publica. Le farmacie che vogliono aderire devono registrarsi (c’è tempo fino al 30 aprile per farlo) sul sito di Federfarma, nella sezione dedicata alla campagna. Sempre sul portale sono presenti anche uno video tutorial e un “Razionale dell’iniziativa”, entrambi a cura della SIIA. Ai titolari che aderiranno verrà inviato un kit comprendente una lettera di presentazione dell’iniziativa, una locandina da esporre e 300 schede da distribuire al pubblico. Sarà comunque possibile aderire anche in seguito, ma a quel punto i materiali dovranno essere scaricati da Internet.

© Riproduzione riservata