Lo slancio registrato nel corso dei primi mesi successivi all’introduzione in Italia della norma che consente a farmacie e parafarmacie di vendere online medicinali Sop e Otc sembra essersi arrestato. Come già accaduto nel corso del mese di gennaio del 2019, infatti, anche a febbraio il numero di esercizi autorizzati – ovvero che hanno ricevuto il nulla osta dalla Regione e dal ministero della Salute – è rimasto al palo. Si tratta di 776 in totale, di cui 646 farmacie e 130 parafarmacie. Nel primo mese dell’anno, infatti, i dati indicavano un totale di 772 esercizi (643 farmacie e 129 parafarmacie); un mese dopo, se ne sono aggiunti dunque soltanto 4: 3 farmacie ed una sola parafarmacia. Ciò dopo che il 2018 si era chiuso a quota 766.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Si può dire, perciò, che i dati sono di fatto sostanzialmente invariati. E, è bene ricordarlo, non è detto che tutti coloro che hanno ricevuto un’autorizzazione da parte degli organismi competenti, abbiano poi realmente aperto un negozio telematico. In termini geografici, sono sempre Lombardia, Campania e Piemonte le tre regioni nelle quali si registra il maggior numero di farmacie e parafarmacie online. Nel primo caso si tratta di 111 esercizi (100 farmacie e 11 parafarmacie), nel secondo 109 (93 + 16) e nel terzo 108 (93 + 15). I tre dati risultato del tutto invariati rispetto a gennaio. I fanalini di coda sono invece la Provincia autonoma di Trento e il Molise, con solamente una farmacia online aperta in entrambi i casi. Poco meglio fanno la Valle d’Aosta con 2 e la Provincia autonoma di Bolzano con 3. Dal punto di vista della distribuzione provinciale, il dato più alto continua ad essere quello di Napoli, con 73 esercizi autorizzati in totale (66 + 7). A seguire figurano Roma con 55 (45 + 10) e Torino con 49 (45 + 4). Anche in questo caso non sono stati riscontrati cambiamenti rispetto al primo mese dell’anno. Allo stesso modo, sono ancora le province di Catanzaro, Gorizia, Isernia, Nuoro, Ogliastra, Sud Sardegna e Rovigo le uniche a non presentare alcun esercizio autorizzato.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.