Vendita di farmaci onlineFarmaciaVirtuale.it ha offerto ai propri lettori un aggiornamento periodico sul tema delle farmacie e delle parfarmacie che hanno deciso di aprire un sito Internet per la vendita di medicinali Sop e Otc. Come noto, per farlo è necessario ottenere un’autorizzazione che viene concessa attraverso una procedura che coinvolge le Regioni (o le Province autonome) e il ministero della Salute. Al termine della quale viene permesso alla farmacia o parafarmacia di esibire sul proprio sito Internet un apposito bollino di riconoscimento.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

L’ultimo rilevamento effettuato dalla nostra redazione, relativo alla chiusura dell’anno 2018, indica che il totale degli esercizi autorizzati è arrivato a quota 766, di cui 638 farmacie e 128 parafarmacie. Poche settimane prima, i valori erano risultati pari, rispettivamente, a 626 e 123, il che indica come la via dell’e-commerce continui ad interessare i farmacisti, sebbene a lanciarsi sia stato ancora un numero relativamente esiguo.

In termini di distribuzione geografica i dati confermano che sono tre le regioni nelle quali è presente la netta maggioranza degli esercizi autorizzati: si tratta di Lombardia, Campania e Piemonte, con la prima che guida la classifica con 111 esercizi (100 farmacie e 11 parafarmacie), seguita dalla Campania con 109 (93 + 16) e dal Piemonte (che scende in terza posizione per la prima volta) a quota 108 (93 + 15). Al quarto posto è presente invece l’Emilia Romagna con 73 (58 + 15), seguita dal Lazio con 66 esercizi autorizzati sul proprio territorio (55 + 11), dal Veneto con 54 (45 + 9) e dalla Puglia con 50 (33 + 17). Al di sotto di tale soglia ci sono la Sicilia con 42 (38 + 4), la Toscana con 37 (34 + 3), le Marche con 23 (18 + 5) e la Sardegna con 22 (18 + 4). Chiudono invece la classifica la provincia di Trento e il Molise, entrambi con una sola farmacia autorizzata alla vendita online. Poco meglio fa la Valle d’Aosta con 2 farmacie, mentre la provincia di Bolzano ne conta appena 3. Tutte le altre regioni – Abruzzo, Basilicata, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Liguria e Umbria – risultano con dati compresi fra un minimo di 8 e un massimo di 15 esercizi in totale.

A livello provinciale, invece, spicca il territorio di Napoli con 73 esercizi autorizzati in totale (66 + 7), seguito da quello di Roma con 55 (45 + 10). Al terzo posto c’è quindi Torino con 49 (45 + 4). Fanalini di cosa le province di Catanzaro, Gorizia, Isernia, Nuoro, Ogliastra, Sud Sardegna e Rovigo, che sono invece ancora a quota zero.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.