«In previsione dell’arrivo del vaccino anti-Covid, il Governo sta accelerando nella predisposizione del Piano strategico nazionale e apprendiamo che il premier Giuseppe Conte, d’accordo anche con il ministro della Salute Roberto Speranza, ha designato quale responsabile del piano operativo per la distribuzione dei vaccini in Italia il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri. Arcuri dovrà dunque occuparsi della distribuzione, dalla gestione delle scorte alla conservazione e spedizione, perché “sia efficiente – spiegano dal Governo – e avvenga in piena sicurezza”». È quanto si legge in una nota dell’Associazione distributori farmaceutici, sigla in rappresentanza dei distributori intermedi in Italia, la quale «accoglie la notizia con grande soddisfazione poiché con il Commissario Arcuri ha già collaborato attivamente nel reperimento e nella distribuzione delle mascherine chirurgiche in farmacia a prezzo calmierato durante la critica fase iniziale dell’emergenza».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Il contributo di Adf e delle aziende associate

«Alla luce dei rapporti già instaurati con il Commissario e con la sua struttura – si legge nella nota -, ADF auspica quindi che il contributo essenziale delle Aziende associate – che attraverso oltre 100 siti logistici altamente specializzati diffusi su tutto il territorio assicurano la tempestiva e capillare dispensazione del farmaco anche più volte al giorno a tutte le oltre 19.000 farmacie e agli altri esercizi autorizzati e che sono inoltre coinvolte operativamente nella Distribuzione Per Conto delle Regioni (DPC) – venga tenuto nella massima considerazione anche nella imminente sfida logistica senza precedenti che il nostro Paese si prepara ad affrontare».

Le complessità logistico-organizzative

Ciò «considerando le evidenti complessità logistico-organizzative», le quali «necessitano – prosegue Adf –  della più attenta programmazione con tutti gli operatori interessati già in fase preliminare, ADF ha già manifestato la necessità di coinvolgere la Distribuzione Intermedia in tutte le occasioni di confronto e di coordinamento con gli altri attori della filiera della salute per concorrere alla definizione delle modalità più efficienti, sicure e tempestive per la distribuzione dei vaccini anti-Covid, chiedendo a nome delle Aziende associate di essere convocati sin da subito ai Tavoli istituzionali per contribuire con il più fattivo e concreto apporto a garantire i servizi necessari al Paese». Dunque, l’appello di Adf: «I Distributori Farmaceutici sono pronti e faranno la loro parte mettendosi a disposizione per operare in sinergia e in coordinamento al fianco delle Farmacie e delle Istituzioni nell’organizzare in sicurezza ed efficienza lo stoccaggio e la distribuzione nell’ultimo miglio dei vaccini anti-Covid-19 in tutta Italia».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.