Come è noto, nel settembre del 2019 il Garante della privacy ha approvato il nuovo modello di notifica da utilizzare in caso di violazione dei dati personali, cosiddetto “data breach”. Nello specifico, il data breach è la fuoriuscita – intenzionale o no – dei dati riservati dall’intenro di una struttura deputata a conservarli verso un ambiente pubblico, non sicuro o non attendibile. Citando due casi di violazioni di dati, il Garante della privacy ha ammonito una Asl e un policlinico in cui «un paziente – spiega il Garante – che aveva richiesto la copia cartacea della propria cartella clinica era stata consegnata, per errore, quella di un altro malato, mentre in quello comunicato dal policlinico, un paziente aveva rinvenuto nel proprio Fascicolo sanitario elettronico (Fse) un referto relativo a un’altra persona».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Sebbene si tratti di episodi isolati, il Garante sottolinea «come la sensibilizzazione del personale e la previsione di adeguate misure organizzative rappresentino, al pari delle misure tecniche, elementi essenziali della sicurezza del trattamento», auspicando dunque una maggiore sicurezza anche alla luce delle procedure interne che prevedano la tutela della privacy.

È utile ricordare in proposito che tra i possibili esempi di violazione dei dati, il Garante evidenzia «l’accesso o l’acquisizione dei dati da parte di terzi non autorizzati», «il furto o la perdita di dispositivi informatici contenenti dati personali», «la deliberata alterazione di dati personali», «l’impossibilità di accedere ai dati per cause accidentali o per attacchi esterni, virus, malware, ecc.», «la perdita o la distruzione di dati personali a causa di incidenti, eventi avversi, incendi o altre calamità», ed infine «la divulgazione non autorizzata dei dati personali».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.