I cittadini residenti nella Regione Marche potranno a breve ricevere una serie di prestazioni, riferite al pagamento delle visite di prestazioni specialistiche, prenotazioni di visite e disdetta, direttamente in tabaccheria e «a un prezzo calmierato». Lo fa sapere lo stesso ente regionale il quale rende noto che ciò è possibile «grazie all’accordo che verrà sottoscritto, per la prima volta in Italia, tra una Regione e la Federazione italiana tabaccai (Fit)», che consentirà l’attivazione dell’iniziativa «denominata “NovaCup” che offrirà questa possibilità, ampliando i servizi al cittadino già erogati dalle tabaccherie».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

«L’obiettivo – puntualizza Luca Ceriscioli, presidente della regione Marche – è quello di “migliorare la possibilità, per gli utenti, di accedere ai servizi sanitari, estendendo, in maniera ancora più capillare, su tutto il territorio regionale, il numero dei punti di accesso alle prenotazioni delle prestazioni». Si tratta di «un’opportunità di rilievo specie – evidenzia il dirigente – per i territori dell’entroterra, che scontano oggettive difficoltà superabili con investimenti mirati e progetti innovativi. La sanità regionale, in questo modo, diventa sempre più territoriale e capace di rispondere alle esigenze dei cittadini».

Quanto ai costi per l’implementazione dei servizi, la regione sottolinea che «la Fit sosterrà i costi delle attività tecniche e di formazione, propedeutiche all’attivazione del servizio, che coprirà la totalità dei comuni marchigiani. Il nuovo accordo amplia le opportunità di accesso alle prestazioni: oltre alle tradizionali modalità tramite gli sportelli Cup e telefoniche, sono disponibili l’app dedicata “MyCupMarche”, il sito web www.mycupmarche.it, la rete delle farmacie e dei laboratori di analisi aderenti, la possibilità di prenotare presso il proprio medico di medicina generale, sul cui progetto la Regione sta lavorando. Modalità capillarmente diffuse sul territorio che consentiranno, “a tutti – conclude Ceriscioli – di prenotare sotto casa”».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.