Dal 26 al 28 novembre 2021 si terrà la nuova edizione di Pharmexpo presso la Mostra d’Oltremare di Napoli. La manifestazione torna in presenza per offrire agli operatori del settore l’opportunità di incontrarsi e di prendere visione personalmente di una rassegna delle ultime novità del comparto farmaceutico. In fiera vi sarà la possibilità di trovare prodotti e servizi di nuova generazione per la farmacia, con ampio spazio dedicato all’automazione e alle soluzioni più innovative. Fabrizio Cantella, dirigente di Progecta, in un’intervista a FarmaciaVirtuale.it aveva anticipato «novità molto interessanti saranno portate in fiera dai produttori di soluzioni tecnologiche. Alla manifestazione partecipano infatti tutte le principali aziende di robot per la farmacia, che metteranno in esposizione le proprie macchine. Sarà così possibile vedere in funzione soluzioni robotizzate per la dispensazione automatica del farmaco».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

In fiera le principali rappresentanze della farmacia

A rendere Pharmexpo un appuntamento ancora più interessante per chi opera nel comparto farmaceutico, sarà la presenza di esponenti di alcune tra le principali rappresentanze del settore come Federfarma, Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi) e le facoltà di Farmacia. Sigle incaricate di curare gli aspetti scientifico-formativi dei convegni che si terranno nel corso della manifestazione. Gli organizzatori evidenziano che «anche quest’anno ci sarà la presenza di Federfarma, dell’Ordine dei farmacisti, dei medici e delle Facoltà di Farmacia delle principali città del centro sud Italia. La presenza di farmacisti sarà quindi sempre più consistente e con provenienza geografica più eterogenea. Durante la manifestazione saranno effettuati i corsi Ecm con accesso a crediti Fad e la presenza garantita di migliaia di farmacisti e medici».

In presenza, ricordando l’impegno nella pandemia

Il ritorno in presenza alla manifestazione sarà vissuto in modo diverso. I farmacisti sono infatti reduci da una situazione straordinaria e inedita che li ha visti lavorare in prima fila nel pieno della pandemia. Per Cantella «l’edizione 2021 arriva dopo un periodo molto particolare per i farmacisti, che tornano all’evento dopo aver dimostrato di essere stati in grado di far fronte a un’emergenza sanitaria con un ruolo che va ben oltre la dispensazione del farmaco. Vogliamo rimarcare che questi professionisti sono stati come sempre, e da sempre, il primo presidio sanitario sul territorio. Il carico emotivo e di lavoro sopportato dai farmacisti non è stato secondo a nessuno. Si avverte ora una rinnovata voglia di incontrarsi dopo un periodo di isolamento forzato. In Campania il settore ha forti aspettative per il prossimo concorso che permetterà l’apertura di duecento nuove farmacie nella regione».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.