Mentre si procede al rinnovo delle cariche territoriali in vista delle elezioni triennali di Federfarma, a poco meno di tre anni dalle precedenti elezioni nazionali del 2017, spuntano sul territorio iniziative di aggregazione volte ad alimentare il dibattito. Ultima, in ordine cronologico, la nascita di “Farmacie rurali d’Italia”. Si tratta, come spiegato dalla stessa sigla, di un «gruppo d’opinione che raggruppa una decina di delegati dell’Assemblea nazionale di Federfarma, il sindacato nazionale dei farmacisti titolari».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Tra gli obiettivi principali «riportare in cima all’agenda della Federazione il futuro e la sostenibilità della farmacia rurale, cuore pulsante e nucleo identitario della farmacia indipendente italiana». Tra i sostenitori, firmatari dell’iniziativa, compaiono Pasquale Sechi, responsabile rurale di Federfarma Oristano, Luigi Sauro, Alfredo Orlandi, presidente di Federfarma L’Aquila e Roberto Grubissa, presidente di Federfarma Belluno e responsabile rurale. Al momento non si conoscono ulteriori dettagli, sebbene i promotori sottolineino che «a breve seguiranno comunicati su iniziative intraprese».

© Riproduzione riservata