A distanza di un mese dagli “Stati Generali della farmacia italiana”, tenuta a Roma il 28 febbraio 2019, occasione per fare il punto sul presente e sul futuro della professione, si terrà oggi, giovedì 28 marzo 2019 a partire dalle 9.30, presso il Nobile collegio chimico-farmaceutico, in Roma alla via in Miranda 10, il convegno “La farmacia nelle aree interne – Uno strumento di coesione sociale e di risposta alle disuguaglianze”. Come è noto, le aree interne, rappresentate da circa il 60 per cento della superficie territoriale italiana, sono quelle aree che, per carenza di servizi, opportunità, per il degrado ambientale e paesaggistico, stanno subendo un calo o invecchiamento della popolazione. Tra le strutture soggette al possibile rischio di estinzione, visti anche i fenomeni migratori verso le aree più densamente popolate, rientrano le farmacie, costituenti l’ossatura di un sistema capace di garantire capillarità e risposte ai bisogni di salute dei pazienti.

Nel corso del convegno, in merito al quale FarmaciaVirtuale.it fornirà ulteriori dettagli, saranno diversi gli argomenti trattati dalle varie autorità appartenenti al settore farmaceutico, ma anche del mondo della politica e delle istituzioni. Nello specifico, nel corso della prima sessione, sarà presentato il «Progetto di Federfarma-Sunifar in favore della Aree Interne», sarà affrontato il tema «Capillarità delle farmacie rurali: la realtà dei numeri», «La strategia nazionale per le Aree Interne: situazione e prospettive», «L’accesso ai servizi sanitari nelle Aree Interne», ed infine «La farmacia come punto di riferimento per le realtà montane». La seconda sessione consentirà di trattare il tema «Le farmacie rurali nella visione strategica di Federfarma», «Strategia Nazionale Aree Interne: le buone pratiche e i progetti da avviare», «Il punto di vista di cittadini, medici e Istituzioni», e, concludendo, «L’impegno della politica».

© Riproduzione riservata