Le novità in vigore dal 1 gennaio 2021, relative alle regole di invio dei dati nell’ambito del Sistema Tessera Sanitaria, non avranno un impatto operativo su gran parte delle farmacie. A fornire maggiori dettagli è Studiofarma, società di CompuGroup Medical (Cgm), la quale spiega a FarmaciaVirtuale.it che le modifiche interesseranno i soli flussi di dati e non riguarderanno adeguamenti da portare a termine da parte delle farmacie territoriali.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

«Obiettivo di non portare onere operativo alle farmacie»

Sotto il profilo operativo «per la farmacia – spiega Studiofarma a FarmaciaVirtuale.it – queste modifiche non avranno impatto, allo stesso modo di come non hanno un impatto operativo gli invii già in vigore relativi alle spese del 730. Nonostante ciò, non va nascosto che numerose software house, anche di altri settori, sono in difficoltà perché non sono ancora state rilasciate le specifiche tecniche da parte di Sogei». Le associazioni di categoria dei produttori di software hanno assicurato che «entro pochi giorni – spiega Studiofarma – saranno rese pubbliche le informazioni da integrare all’interno del software gestionale».

Attenzione al processo di verifica di eventuali notifiche

In linea teorica «con le nuove norme che entreranno in vigore il 1 gennaio 2021 – sottolinea Studiofarma – per il farmacista non cambia nulla, se non la necessità di attenzionare il processo di recupero e di verifica di eventuali notifiche legate a problemi di invio. Gran parte dei software gestionali inviano i dati quotidianamente ed eventuali errori sarebbero notificati in tempo reale. Altri software gestionali farmacia, invece, potrebbero avere procedure o tempistiche di invio differenti – ad esempio mensile – e per questo motivo necessitare di più attenzione nel caso di eventuali problemi di invio. È il caso dell’upload manuale dei dati sul sito dell’Agenzia dell’Entrate. Questa procedura, con l’introduzione della nuova normativa, andrebbe portata a termine con tempistiche a maggiore frequenza e per questo motivo richiedere ulteriori passaggi di verifica».

Gli sforzi delle software house

L’occasione è utile per ricordare il continuo sforzo delle software house alle modifiche previste per legge: «Molte delle modifiche messe in atto nei software gestionali relative agli adeguamenti normativi sono portate a termine dai team di sviluppo, senza che impattino in nessun modo sull’operatività della farmacia. È chiaro però che tali modifiche richiedono degli sforzi proprio da parte delle software house nell’impiego di risorse in termini di ore-uomo. Giova evidenziare che gran parte delle modifiche di legge non incidono sul rapporto commerciale tra farmacia e software house, a fronte dello stesso onere versato. Al contrario – conclude Studiofarma -, specialmente in questo periodo di particolare necessità, software house grandi e piccole sono costrette a non trascurabili sacrifici sia sotto il profilo operativo che sul capitolo dei costi di sviluppo».

Le novità in vigore dal 1 gennaio 2021

Quanto alle modifiche in vigore dal 1 gennaio 2021, come riportato da FarmaciaVirtuale.it ai propri lettori, è bene ricordare che queste riguardano l’integrazione dei tracciati inviati al Sistema TS con il tipo di documento fiscale, l’aliquota o la “natura” Iva dell’operazione (ad esempio esente), compresa l’indicazione dell’esercizio dell’opposizione da parte del cittadino alla messa a disposizione dei dati all’Agenzia delle entrate per la dichiarazione dei redditi precompilata. Un’ulteriore variazione riguarda la frequenza di trasmissione il cui calendario d’invio prevede che le spese sostenute nel 2020 vadano inoltrate entro gennaio 2021, mentre quelle effettuate dal 1 gennaio 2021 devono essere comunicate entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.