Integratori & Salute, nata dalla fusione tra Integratori Italia e Federsalus, prende parte a Vitafoods Europe, evento mondiale sulla nutraceutica a Ginevra dal 10 al 12 maggio e in modalità online dal 2 al 13 maggio 2022. A farlo sapere è la stessa sigla, la quale ha reso noto che «in qualità di partner del padiglione Italia, Integratori & Salute porta la voce delle circa 220 aziende nazionali e multinazionali che rappresenta all’appuntamento annuale di riferimento per il pubblico globale, afferente alla catena di approvvigionamento nutraceutico in tutte le fasi della filiera. Giunta alla sua ventiduesima edizione, i numeri dell’ultima edizione di Vitafoods Europe ne assicurano il successo: 25mila visitatori collegati online e presenti fisicamente provenienti da oltre 120 paesi, con la partecipazione di oltre mille brand».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Mercato italiano degli integratori primo in Europa

Secondo quanto evidenzia la sigla «negli ultimi anni, il settore degli integratori alimentari ha riscosso una crescente e diffusa attenzione a livello globale in risposta a specifiche e sempre più evolute esigenze di salute e benessere, nonché in ottica di prevenzione di alcune malattie. In tale scenario il mercato italiano, primo in Europa, si è sviluppato arrivando nel corso del 2021 a un fatturato di quasi 4 miliardi di euro e registrando un incremento in valore dell’8,6% rispetto ai 12 mesi precedenti. A riprova della vivacità del settore va evidenziato che, anche a seguito della pandemia da Covid-19 e del conseguente lockdown, il settore dei prodotti nutraceutici non ha registrato un significativo calo di domanda».

Mantenimento della salute e del sistema immunitario

Germano Scarpa, presidente di Integratori & Salute, ricorda che l’Italia «è leader europeo nel mercato degli integratori alimentari, ricoprendo il 29% del valore totale di quello europeo che supera i 13 miliardi, seguito da Germania (con una quota del 19%) e Francia (con il 9%). Gli integratori alimentari, in associazione ad un corretto stile di vita, possono infatti essere uno strumento importante per il mantenimento della salute e del sistema immunitario, oltre che rappresentare un eventuale nuovo approccio per il contenimento dei costi legati alla gestione di malattie croniche correlate soprattutto all’invecchiamento della popolazione. Importanti sfide a livello europeo ci attendono e avere la possibilità di presenziare ad un evento così importante come Vitafoods Europe ci permette di portare all’attenzione del sistema Europa la voce delle aziende che rappresentiamo».

© Riproduzione riservata



Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.