La rete delle farmacie partenopee potrà contare su un ulteriore strumento da rendere disponibile alla propria utenza di riferimento al fine di offrire un servizio essenziale nell’ottica di vicinanza sul territorio. Ciò grazie alla sottoscrizione di un accordo tra Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli, e Anna Iervolino, commissario dell’Azienda ospedaliera Cardarelli, che rende possibile la prenotazione di visite ambulatoriali e prestazioni mediante le farmacie dislocate sul territorio. L’intesa siglata è stata estesa anche alle farmacie comunali della rete Incofarma. Secondo quanto rende noto l’associazione di categoria «a partire dai prossimi giorni, i cittadini di tutta l’area metropolitana di Napoli, entrando in una farmacia potranno accedere ai tanti servizi offerti dal più grande ospedale del Sud Italia».

Iniziativa accolta con favore da Michele Di Iorio, il quale ha evidenziato che l’accordo è «un’ulteriore affermazione delle oltre 800 farmacie napoletane quali terminali operativi delle offerte del sistema sanitario regionale che in questo modo sono semplificate e più velocemente fruibili per i cittadini». Ciò al fine di «contribuire concretamente ad abolire le liste d’attesa razionalizzando, come già avviene con i servizi ambulatoriali delle Aassll e quelli del Policlinico, la domanda e l’offerta di salute». Possibilità che, secondo quanto sottolineato dal dirigente, potrebbe essere arricchita ed estesa «dagli accordi con Santobono Pausilipon, Ospedale dei Colli ed Istituto Pascale». Condizione che si auspica possa «indurre la Regione Campania a realizzare un unico Cup grazie al quale semplificare tanto il lavoro delle farmacie quanto, soprattutto, la soddisfazione dei cittadini i quali potrebbero scegliere dove e quando effettuare la propria visita o esame strumentale».

L’accordo tra farmacie territoriali e Cardarelli ha trovato il favore di Anna Iervolino, commissario straordinario della struttura, la quale spiega che si tratta di «un passo in più verso la semplificazione dei processi, nell’ottica di fornire ai nostri pazienti soluzioni sempre più comode di accesso alle prestazioni sanitarie. Quella con Federfarma Napoli è una collaborazione importante, perché ci consente di migliorare ancora di più la nostra prossimità con il territorio grazie alla capillarità delle farmacie».

© Riproduzione riservata