farbancaDopo l’uscita di scena dei cinesi della New Seres Apennines ed il conseguente riavvio delle attività di cessione della partecipazione di proprietà di Banca Popolare di Vicenza in Farbanca, Banca Ifis – secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica – «sta valutando di riaprire il dossier». Vengono citate in particolare le parole dell’amministratore delegato Giovanni Bossi, che a margine di un intervento che si è tenuto a Milano ha spiegato: «Stiamo valutando, vedremo se partecipare». Aggiungendo poi anche che «sul mondo farmaceutico abbiamo già fatto un pezzo», con riferimento all’acquisto del pacchetto di maggioranza della finanziaria dei farmacisti Credifarma. Il dirigente, tuttavia, ha precisato: «Riaprire un dossier dopo un anno dalla due diligence e dall’offerta che avevamo presentato non è semplice, ma lo riguarderemo». Il giornale ricorda poi che «la fase preliminare della procedura è messa in campo. Dai liquidatori prevede che i soggetti interessati dovranno inviare una manifestazione di interesse entro il 23 luglio al consulente Mediobanca. Dopo una fase di preselezione i gruppi che saranno arrivati alla terza fase dovranno formulare una offerta vincolante indicativamente entro il 10 ottobre 2018».
Come riferito ai propri lettori da FarmaciaVirtuale.it, nel mese di dicembre del 2017 era stata diffusa la notizia che la New Seres Apennines aveva battuto la concorrenza ed era riuscita a sopravanzare le offerte, tra gli altri, del gruppo finanziario con sede a Londra Blue Skye e di quello americano guidato da Bob Diamond, Atlas. L’operazione era stata annunciata sulla base di un acquisto dell’intera quota detenuta dalla Popolare di Vicenza pari al 70,77% del capitale sociale. Ora il processo di cessione è ripartito e si attende di conoscere quali sono i nomi dei soggetti interessati a concludere l’affare.

© Riproduzione riservata